IMU: Calcolo seconda rata dicembre 2012

FratelloGeek ti parla della tanta odiata IMU! Scopri come calcolare la seconda rata nel mese di dicembre 2012 leggendo con attenzione il resto dell’articolo!

L’IMU è l’ennesimo salasso che il governo attuale provvede per i cittadini.

E purtroppo, si avvicina il momento della scadenza dell’ultimo pagamento previsto per il prossimo 17 dicembre.

Ci sono tanti timori da parte dei cittadini italiani che hanno paura per le cifre che dovranno spendere, e tanta confusione in testa per i complicati calcoli ed i modelli di dichiarazione.

In primis, è necessario calcolare l’importo con le aliquote comunali stabilite dalle amministrazioni locali: fatto ciò, potrai effettuare il pagamento dell’IMU mediante il modello F24, cartaceo o online.

[ad]

Diversamente da come è successo con l’acconto, a dicembre potrai effettuare il pagamento anche con il bollettino postale.

Nel dettaglio, ogni F24 avrà un codice identificativo e consentirà così il pagamento presso qualsiasi ufficio postale.

Cosa è più difficile da calcolare?

Principalmente, le nuove aliquote stabilite dai diversi Comuni.

Eh già, perchè si deve moltiplicare la rendita catastale (rivalutata del 5%) per 160, applicare successivamente l’aliquota di base (4 per mille sulla prima casa e 7,6 per mille su eventuali altri immobili) e sottrarre le eventuali detrazioni (prima casa 200 euro, figli a carico 50 euro ciascuno fino ad un massimo di 8, e di età inferiore ai 26 anni), eventuali terreni di montagna ed agricoli (non dovrai pagare in questo caso se si trovano sopra i 1000 metri di altezza) e tanto, tanto altro ancora!

I conti saranno salati non solo per chi possiede un immobile o un terreno, ma anche per i proprietari di negozi, uffici e capannoni.

Per fortuna, che ci sono i tool online a semplificare tutto!


  • FratelloGeek.com

    Grazie per la segnalazione :)

  • http://www.sabbatino.altervista.org/ Raffaele

    Io consiglierei in questo preciso periodo dell’inizio settimana calcolare l’IMU in base a quanto è stato scritto. Le nuove Aliquote non sono ancora stati emessi da diversi Comuni del piano nazionale Italiano, si attendono nuove direttive in merito alla questione.