Apple Pay

Apple Pay, un milione di attivazioni in 72 ore

Come ben sappiamo, il nuovo Apple Pay, il sistema di pagamento elettronico presentato da Apple in occasione del lancio dei nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus è destinato a diventare uno dei nuovi standard di riferimento per il mondo dei pagamenti elettronici.

L’incredibile capacità di Apple di coinvolgere i consumatori in nuove esperienze e sostenere la crescita di nuovi settori di mercato potrebbe, infatti, rivelarsi l’arma decisiva per conquistare rapidamente anche il mondo delle transizioni digitali. A conferma di quanto detto arrivano, infatti, i primi dati rilasciati dall’azienda americana in merito alle attivazioni di carte di credito per il servizio Apple Pay negli Stati Uniti.

Stando a quanto emerso sino ad ora, infatti, nelle prime 72 ore di servizio, Apple avrebbe già registrato un totale di un milione di attivazioni di carte di credito decretando cosi il successo commerciale del nuovo Apple Pay.

Il nuovo sistema di pagamenti di Apple, inaugurato lo scorso 20 ottobre, dopo il debutto avvenuto durante il mese di settembre in occasione della presentazione dei nuovi iPhone, ha cosi raggiunto il primo obiettivo, ovvero attirare a sé un buon numero di utenti. La barriera del milione è stata già ampiamente superata in queste ore e con la crescita della diffusione dei nuovi iPhone questi numeri continueranno a salire.

Il nuovo sistema di pagamento tramite NFC di Apple è destinato, quindi, a conquistare rapidamente gli Stati Uniti per poi dirigersi verso altri mercati internazionali come l’Europa dove Apple Pay potrebbe conquistare il suo spazio in modo ugualmente rapido.

In ogni caso, il lancio di Apple Pay dovrebbe completarsi nel corso dei primi mesi del prossimo anno. Staremo a vedere se l’azienda americana sarà in grado di sostenere il suo nuovo servizio di pagamento elettronico anche al di fuori dei confini statunitensi, un obiettivo in ogni caso ampiamente alla portata.

Fonte

Apple Pay, un milione di attivazioni in 72 ore
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento