Bitcoin, convengono ancora?

Oggi parleremo dei Bitcoin, una risorsa web che fino a non molto tempo fa era un ottimo sistema di guadagno che permetteva di guadagnare tanto e in non molto tempo, tutto questo ovviamente se si avevano le determinate conoscenze nella vendita e un ottimo senso di vendita. Ma adesso conviene ancora investire sul BTC nella speranza di guadagnare soldi in più?

Ma prima di tutto, cos’è il Bitcoin?

Il Bitcoi è un particolarissimo tipo di moneta virtuale che viene comprata e venduta ad un determinato valore, in baso a quanto ammonta la differenza tra prezzo di acquisto e prezzo di vendita vi è possibile guadagnare in determinati momenti; mi spiego meglio: il meccanismo è molto simile a quello della compravendita del petrolio per esempio. Attualmente un Bitcoin vale 219.63$, potete controllare le statistiche cliccando qui, ma questo valore potrebbe salire o scendere. Se io acquistassi adesso 2 Bitcoin, a questo prezzo, e li rivendessi dopo 1 mese (ovviamente ipotizzando che il suo valore sia salito) io ne trarrei un ottimo guadagno! Per poter riuscire a guadagnare tramite il BTC serve un elevata dose di pazienza e un forte spirito di osservazione per poter valutare quando è il momento di vendere tutto e di scappare via con il vostro malloppo. Per poter procedere alla compravendita di Bitcoin è dunque necessario iscriversi ad una determinata piattaforma che ne permetta l’acquisto o la vendita. Esistono anche alcuni programmi che permettono la produzione di BTC semplicemente sfruttando la potenza di calcolo del proprio processore, programmi così sono conosciuti col nome di Miner.

Ma adesso, la domanda che tutti si stanno ponendo da qualche mese: Conviene ancora investire nei Bitcoin?

Il modo più semplice per guadagnare BTC è sempre stato adoperare un Miner e depositarli all’interno di una portafogli virtuale, denominato da tutti come Wallet; In Italia purtroppo non è mai convenuto sfruttare la potenza di calcolo del proprio processore per poter produrre BTC, questo perchè ci sarebbe la necessita di lasciare il vostro PC acceso circa 24 ore su 24: con le attuali tariffe che ci sono in Italia per vari servizi, come la corrente elettrica o le linee telefoniche, il vostro guadagno in Bitcoin verrebbe certamente superato dai costi delle bollette.

Fortunatamente una valida alternativa al BTC sono delle altre tipologie di monete virtuali; il Bitcoin rientra infatti nella categoria delle Cryptovalute ma non è l’unica: esistono altri tipi di cryptovalute che ovviamente fanno guadagnare meno ma che sono estremamente più semplici da produrre. Alcuni esempi sono i PrimeCoin oppure i LiteCoin; per poter procedere alla vendita di cryptovalute, differenti dal BTC, possono essere adottati vari metodi. Il metodo più utilizzato è semplicemente di vendere tutto in una piattaforma apposita quando viene raggiunto il valore massimo; molte persone decidono invece di convertirele, attraverso moderne piattaforme online, in Bitcoin nella speranza di poter vedere un aumento di valore e poterci guadagnare qualcosina.

Bitcoin, convengono ancora?
Ti piace FratelloGeek.com?