Facebook: La sorella di Zuckerberg non ammette l’anonimato su Internet

Presto finirà l’anonimato on-line. A proporlo è Randi Zuckerberg, il Direttore marketing di Facebook. Scopri tutti i dettagli sulla questione insieme a FratelloGeek.

Il termine “Anonimo” deriva dal greco anonymos composto di “an-” senza (privativo) e “ònyma” nome. E’ usato quindi per indicare una persona di cui non si conosce l’identità.

Tranquillo, FratelloGeek non ha intenzione di diventare il tuo professore di linguistica!

Vuole solo portare alla tua attenzione una curiosa notizia che ha proprio a che fare con l’anonimato on-line.

Randi Zuckerberg, sorella del nostro adorato Mark, afferma gli utenti si comporterebbero se utilizzassero i loro nomi reali.

[ad]

Sostiene quindi l’abrogazione dell’anonimato su Internet.

Le nostre recensioni, i nostri commenti, le nostre discussioni.

Insomma, tutto ciò che ha a che fare con l’universo virtuale deve avere un nome e cognome reale.

Ecco le testuali parole della sorella più affermata del momento:

“Penso che l’anonimato su Internet debba scomparire. Le persone si comportano molto meglio quando usano i nomi reali. Penso che le persone si nascondono dietro l’anonimato e si sentono di potere dire quello che vogliono”.

Insomma, Randi Zuckerberg crede che cosi facendo sia bullismo che molestie possano scomparire definitivamente dal Web.

Tu sei d’accordo con lei o credi che la libertà dell’anonimato online sia un diritto che non ci possono abrogare?

Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento