Google One Pass: Contenuti online a pagamento dagli editori

Il colosso della ricerca informatica ha appena lanciato sulla rete Google One Pass che restringe le commissioni al 10% e rimuove qualsiasi limite agli editori.

Come già accennammo in questo articolo, grazie al computer non scriviamo più lettere perchè ci sono le e-mail, non usiamo più il telefono perchè ci sono i servizi VoIP e ora perdiamo anche il relax di leggere un bel libro comodamente stesi sul divano prima di andare a nanna!

A cosa si riferiva il tuo amico Geek? Ebbene, devi sapere che il colosso della ricerca informatica, ha appena lanciato in rete la sua nuova creazione: Google One Pass.

Cos’è?

[ad]

Nello specifico, non è altro che un sistema di pagamento mediante il quale viene offerta la possibilità agli editori mettere in conto ai clienti il costo degli articoli reperibili sia sulla rete che sottoforma di applicazione.

In parole povere Google One Pass restringe le commissioni al 10% e rimuove qualsiasi limite agli editori.

Per quanto riguarda il pagamento del servizio utilizzato da parte dei clienti, questo verrà effettuato tramite il Checkout di Google.

Gli utenti potranno scegliere di pagare per ogni singolo contenuto, o optare per un abbonamento.

Come si legge nella pagina ufficiale del servizio: “Sono gli editori a decidere il prezzo e i termini degli articoli e degli abbonamenti che scelgono di vendere attraverso Google One Pass e sono i partner a determinare la durata e la portata dell’accesso ai loro contenuti. Ad esempio, possono impostare un limite di una settimana o di 30 giorni per l’accessibilità di un articolo specifico”.

Google One Pass: Contenuti online a pagamento dagli editori
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento