Guida completa Permessi di Root su Android

FratelloGeek oggi ti parla del Root su Android: che cos’è, perché averlo, come ottenerlo, e quali sono i rischi. Le tue domande avranno risposta.

Oggi FratelloGeek di parla di come ottenere i permessi di root su Android.

Se non sai di cosa si parla pensa che il root su Android è come il jailbreak per iOS di Apple.

Cos’è il Root? Inanzitutto, non è un’operazione da effettuare sul dispositivo.

Se hai dimestichezza con i sistemi Linux hai già sentito questo termine.

Root è l’utente con i privilegi massimi del sistema, su Windows si chiama utente “Amministratore”.

Il root su Android vuol dire ottenere i permessi.

[ad]

Piccola nota “storica”: “Root significa radice e deriva dai sistemi unix in cui la radice (/) è la cartella principale del sistema”.

Chi ha i permessi di Root, può agire su tutto il sistema, mentre un qualunque utente può scrivere solo i file contenuti nella sua cartella.

Perché sono necessarie delle procedure per ottenere questi permessi?

Un utente inesperto potrebbe fare danni al proprio telefono: con permessi di Root potrebbe cancellare file del sistema stesso.

Perciò chi produce telefoni non offre questa possibilità di default.

Purtroppo non è offerta neanche la possibilità di decidere di avere un controllo completo del proprio telefono.

Ma la community dei Geek fan di Android ha trovato dei sistemi per aggirare il blocco.

Perchè ottenere questi permessi?

La maggioranza di coloro che usano Android non avranno bisogno di questi permessi.

Devi tener presente inoltre che avere questi permessi farà decadere la garanzia.

Ma cosa si può fare con questi permessi?

Accedere ai file di sistema, cancellarli, modificarli, sostituirli.

Usare il tuo telefono come modem UMTS/Wi-Fi/USB, opportunità già offerta da Android 2.2.

Intervenire sulla gestione della frequenza del processore.

Fare il backup di applicazioni, o rimuovere applicazioni preinstallate.

Spostare le applicazioni su microSD (da Android Froyo in poi).

Potrai installare pacchetti compressi anche se non ufficiale.

Potrai installare, temi, modificare il sistema o installare un intero firmware.

Come fare?

Ottenere il root non è facilissimo.

Per farlo si sfruttano dei bug specifici per ogni telefono.

Ci sono bug di sistema che si ripropongono su diversi dispositivi.

Quindi ci sono tool che li sfruttano per ottenere questi permessi.

Eccone alcuni:

z4root;

– SuperOneClick;

– Universal Androot;

– Unrevoked.

Prima di usarli, controlla la compatibilità con il tuo telefono!

Altrimenti ti basterà cercare: nel Web ci sono molte guide per ottenere il root ordinate per diversi terminali.

Ricorda che avere questi permessi di root non è un’operazione priva di rischi e alcuni hanno danneggiato irrecuperabilmente il telefono.

Se non hai bisogni specifici FratelloGeek ti consiglia di non cercare i permessi di root.

Alcuni di queste procedure permettono l’Unroot, ma non tutte.

Quindi valuta attentamente prima di farlo!

Parola di Geek.

Guida completa Permessi di Root su Android
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento