Linkedin come funziona

Linkedin: cinque consigli per presentarti al meglio

Linkedin è il social network dedicato in tutto e per tutto alla vita professionale: permette di connettersi con i colleghi di lavoro o con le persone che lavorano nel nostro stesso settore, ma anche di seguire le aziende che ci interessano e soprattutto di cercare lavoro. Su questo social vengono infatti pubblicati continuamente annunci di lavoro, che puoi trovare sia sulla pagina ufficiale di un’azienda, che utilizzando la funzione dedicata alla ricerca di lavoro. Il modo migliore per trovare il lavoro dei tuoi sogni è avere un profilo efficace, per una presentazione che colpisca i futuri datori di lavoro. Ecco come farlo.

Come creare un buon profilo Linkedin per trovare lavoro

Cinque consigli per un profilo Linkedin efficace

Linkedin come funziona1. Iniziamo dal nome e dalla foto profilo: il primo deve essere quello vero, dunque niente nickname, poiché possono minare la tua credibilità. Per quanto riguarda la foto, scegline una che vada bene per un curriculum: un primo piano senza filtri, con sfondo chiaro e abiti sobri, va più che bene.

2. Scrivi un buon riepilogo. Spesso questa parte viene letta ancora prima delle esperienze professionali vere e proprie, e nei suoi 2000 caratteri potrai dare il meglio di te per raccontare chi sei e perché saresti un elemento importante in un’azienda. E’ la tua occasione per mostrare la tua sicurezza e le sue competenze, e partire avvantaggiato per un eventuale colloquio.

3. Metti nel CV solo le esperienze lavorative rilevanti. Un curriculum troppo dispersivo fa perdere la voglia di continuare a leggere, dunque concentrati sulle esperienze attinenti all’ambito in cui stai cercando lavoro, o quelle che in qualche modo ti hanno permesso di acquisire delle competenze chiave che potrebbero esserti utili in ciò che vorresti fare. Riassumi ogni esperienza in modo chiaro e conciso.

4. Punta sulle referenze: puoi chiederle a un collega o un ex datore di lavoro con cui sei rimasto in buoni rapporti. Questo tassello in più sul tuo profilo ti aiuterà a completarlo e ad aumentare la tua professionalità, facendoti notare dalle persone giuste.

5. Non fare un elenco di competenze troppo lungo. Come per le esperienze lavorative, anche le competenze non devono essere troppo dispersive, e idealmente dovrebbero essere collegate al lavoro che stai cercando. Oltre a quelle molto specifiche (come “programmazione” o “CRM”, per esempio), puoi metterne alcune legate alle capacità lavorative, come “problem solving” o “lavoro in team”.

Ecco i segreti per un profilo Linkedin perfetto: hai già aggiornato il tuo?

Linkedin: cinque consigli per presentarti al meglio
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento