Su Facebook si protesta con il gruppo “Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria”

Proteste sentite su Facebook, dopo il discorso del cardinale Bagnasco, con il nuovo gruppo: Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria! Scopri i dettagli di questo malcontento italiano nel resto dell’articolo.

Il cardinale Bagnasco, presidente della Cei, nel suo discorso a Madrid ha esortato gli astanti a pagare le tasse visto l’enorme evasione fiscale del paese.

Su Facebook le proteste si sono fatte subito sentire, eccome.

In contrapposizione a ciò che era stato esortato, si è dato vita ad un gruppo sul noto social network blu, dal nome di: “Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria”.

Dopo solo due giorni, sono stata migliaia le adesioni, tuttora superano il numero di 80.000!

In cosa consistono queste proteste?

[ad]

Ebbene, gli italiani si lamentano dei tanti privilegi ottenuti in termini fiscali dal nostro Vaticano.

Alcune frasi postate nel gruppo di Facebook come: “Basta con i privilegi”, “Parlano di povertà e si vestono di ori” e… ”Facciamo pagare l’Ici alla Chiesa”, ben indicano il malcontento del bel paese.

Il gruppo di Facebook, viene rappresentato con un’immagine di Benedetto XVI che butta in aria tanto denaro.

Quali sono alcune tasse di cui il Vaticano ne è esente?

Imposte come l’Irpef, l’Ires e l’Ici.

Chissà quali saranno i risultati di questa rivolta.

Tu che pensi?

E’ giusto attaccare il Vaticano con queste accuse?

Su Facebook si protesta con il gruppo “Vaticano pagaci tu la manovra finanziaria”
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento