Whatsapp a pagamento: Cosa succede?

FratelloGeek ti parla circa la questione di Whatsapp a pagamento! Scopri il punto della situazione leggendo il resto dell’articolo!

Purtroppo, il telefono senza filo è micidiale: una notizia tranquilla potrebbe diventare una vera e propria tragedia!

E così è successo con la voce di Whatsapp a pagamento: già ci sono delle vere e proprie crociate online circa il cambiamento nella gestione, e nell’utenza del software per la messaggistica istantanea su smartphone!

Per fare chiarezza, FratelloGeek ha provveduto a stilare un punto della situazione, così avrai la mente più libera dai rumors sbagliati.

Purtroppo, parte delle notizie che circolano online è vera: il programma Whatsapp sarà a pagamento.

[ad]

Nel dettaglio, per i dispositivi Android è anche già stato fissato il prezzo: dopo il primo anno gratuito di utilizzo si pagheranno 79 centesimi all’anno, per poter continuare a messaggiare gratis.

Prezzo comune alla maggioranza delle applicazioni a pagamento, eppure, la quasi totalità comunità di utenti si è “rivoltata” contro gli sviluppatori dell’applicazione per aver modificato le modalità di utilizzo, dopo averli “illusi”, circa la gratuità della stessa: roba da folli!

Gli utenti Android, però, non contano che i consumatori della Apple hanno già dovuto pagare il download dell’applicazione che, per loro, non è mai stata gratuita!

Senza pensare poi che il motivo di un tale cambio di programma permetterebbe di migliorare il software per farlo emergere dal gruppo delle applicazioni di messaggistica istantanea attuali!

Inutile protestare, quindi, contro la modifica apportata all’utilizzo di Whatsapp: se proprio non si vuole pagare questi pochi centesimi (meno di un caffé, Geek tirchi!) si può passare alle alternative gratuite!

Di cosa sta parlando FratelloGeek?

Di WeChat, Viber e Messenger di Facebook e simili, tutte applicazioni gratuite!

Che ne pensi?

Whatsapp a pagamento: Cosa succede?
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento