Whatsapp è a pagamento: 79 centesimi

FratelloGeek ti comunica che Whatsapp diventa a pagamento, per 79 centesimi! Scopri tutti i dettagli, leggendo con attenzione il resto dell’articolo!

Whatsapp a pagamento: è polemica!

Come ben sai, la celeberrima applicazione per chat singole e di gruppo, fino a questo momento totalmente gratuita, ha integrato un sistema di abbonamento annuale nelle release per Android, Windows Phone e Blackberry, mentre la versione iPhone ha un costo fisso al download.

Questo non va bene!

[ad]

Sono molti infatti gli utenti che, sul Play Store di Google, commentano amaramente:

“Non ci vuole niente a passare ad un’altra applicazione di chat”, oppure, “E’ come il canone Rai”, o ancora “Dopo averci assuefatti vorreste denaro? Bella politica commerciale. Da strada”.

Ma c’è anche un’altra motivazione della polemica: il successo di Whatsapp dovuto proprio al fatto che il servizio offerto è pari a quello che gli operatori telefonici forniscono con i pacchetti SMS o MMS, con il vantaggio però che non si pagava mai nulla!

In effetti, se ci pensi, 79 centesimi all’anno per inviare messaggi di testo lunghi quanto si vuole, foto e video, tutto senza pubblicità, sono in realtà pochissimi: eppure ha perso il suo fascino del gratis!

Ovviamente ci sono alternative a Whatsapp: Skype, Tango, Viber e Facebook Messenger sono solo alcuni esempi di applicazioni che ti permettono (alcune di loro), anche chiamate e videochiamate gratuite!

Per fortuna, alcuni utenti non sono così polemici:

“La cifra richiesta è irrisoria, ma uso l’app da anni ed è rimasta sempre la stessa. Pagherei volentieri per l’introduzione di nuove caratteristiche, come la videochat che ormai hanno tutti i programmi simili”.

Che ne pensi?

Whatsapp è a pagamento: 79 centesimi
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento