Windows explorer diventa Microsoft Edge su Windows 10

Ormai sono anni che si parla male di Explorer, il motore di ricerca inventato dalla Microsoft. Questo, era installato su qualsiasi sistema operativo di casa Microsoft m dagli utenti, non era affatto gradito. Uno dei tanti motivi per questo disprezzo nei suoi confronti, era principalmente la lentezza nel caricamento delle pagine, la connessione ai server era veramente molto lenta. Un altro motivo del lamento era il fatto che ormai, il fossile explorer, non supportava nemmeno alcuni tag e funzioni dell’HTML5! In poche parole, essendo oramai quasi tutti i siti in HTML5, explorer restituiva spesso errori di caricamento della pagina, molto ma molto fastidiosi.

 

Con l’atteso avvento di Windows 10, però, Microsoft ha deciso di cambiare le carte in tavola creando un nuovo browser, partendo da zero. E’ così che è stato dunque creato Microsoft Edge, un browser che come vi anticipavo è totalmente diverso, per quanto riguarda il design, le funzioni ma anche la velocità.

 

Iniziando ad usare Microsoft Edge, vedremo da subito i cambiamenti principali. Inizio subito co il descrivervi qualche nuovo aspetto.

Nella pagina iniziale, situata sotto la barra di ricerca intitolata “Prossima destinazione” troviamo 8 tiles (quadratini) con le immagini delle pagine web che abbiamo visitato più frequentemente. Di default, troviamo subito qualche corriere nazionale e qualche utility ma non temete, premendo la scritta “personalizza”, subito a destra dei tiles, potremo personalizzare le pagine internet che vogliamo visualizzare in questi box, in modo da avere a portata di click le vostre passioni ed i vostri interessi (noi vi consigliamo di aggiungere FratelloGeek.com 😉 ).

Per quanto riguarda la toolbar, sotto la barra delle schede, troviamo dei pulsanti di navigazione, simili a quelli di google Chrome, uno per ricaricare la pagina precedente, uno per ricaricare la pagina web che stavamo visitando prima di tornare in dietro ed uno per ricaricare la pagina che stiamo visitando. Subito a destra, troviamo la barra dei link, inutile dire la sua funzione.

Subito a destra di quella barra, troviamo una funzione molto ma molto interessante, la modalità “Lettura”. Noi di FratelloGeek l’abbiamo provata e dobbiamo dire che effettivamente funziona, anche bene. Sostanzialmente, ciò che fa, è estrarre tutto il testo contenuto tra i tag HTML e metterlo in colonna, adattandolo allo schermo del dispositivo in modo da rendere il contenuto di qualsiasi portale o sito “responsive”.

Oltre a questa icona, troviamo anche una new entry, ovverosia quella della condivisione che consente agli intrepidi navigatori di condividere la pagina web per email. Un’altro pulsante molto interessante è quello della nota web, questa consente di creare una piccola nota, come fosse un post-it e di salvarla all’interno del browser.

Quello di cui però ancora non abbiamo parlato è la velocità. Rispetto al vecchio explorer, si possono notare miglioramenti molto ma molto evidenti. Abbiamo fatto una prova caricando una pagina da ambedue i browser, con la stessa velocità di banda. Rispetto al vecchio explorer, Microsoft Edge  ci mette circa 5 secondi in meno. Questo perché essendo un browser moderno, supporta tutti i linguaggi della pagina e quindi la può adattare semplicemente allo schermo, senza i complessi adattamenti delvecchio explorer che non supportava l’HTML5.

 

In poche parole, se dovessimo consigliarvi ora, su due piedi, un ottimo browser, di sicuro ci troveremmo davanti ad una difficile scelta, Chrome o Microsoft Edge?

Scopriamolo insieme nel prossimo articolo!

Windows explorer diventa Microsoft Edge su Windows 10
Ti piace FratelloGeek.com?