Ultrabook Intel Broadwell

Arriva il primo Ultrabook 2-in-1 con chip Intel Broadwell

I primi dispositivi basati su processori Intel Core M arriveranno entro la fine dell’anno, tra le loro caratteristiche distintive, CPU a basso consumo energetico. Nel 2015 arriveranno invece anche i nuovi, e più potenti, chip Intel Broadwell.

Nel frattempo Intel ha però in programma di creare una comunità di sviluppatori, in grado di mettersi al lavoro su nuovi software ottimizzati per questi processori.

Il primo passo per muoversi efficacemente in questa direzione sarà dotare gli sviluppatori di una piattaforma hardware su cui poter lavorare, ed ecco quindi nascere il nuovo ultrabook, ibrido 2-in-1, di cui parliamo oggi.

Il nuovo portatile ha un display ad alta risoluzione da 13.3 pollici (3200×1800 pixel), fotocamera 3D e naturalmente un processore Intel Core di quinta generazione. Si tratta per ora solo di un “sample per test”, che riprende però, in modo piuttosto evidente, il concept dei Lenovo Yoga, e come negli Yoga c’è una cerniera che permette di ruotare lo schermo di 360 gradi.

Le altre caratteristiche del nuovo ultrabook Intel sono 8GB di memoria RAM, un disco SSD Pro 2500 Series da 180GB, due fotocamere anteriori (una Full HD ed una Intel Realsense 3D), una fotocamera posteriore da ben 8 megapixel con tanto di Flash a LED.

Connettività WiFi 802.11ac (7265) e Bluetooth 4.0, Intel WiDi 5.0 e supporto Miracast, Intel XMM7160 LTE, NFC, due porte USB 3.0, HDMI, Gigabit Ethernet, lettore di schede SDXC, slot per SIM Card e anche un sensore di impronte digitali per accenderlo o sostituire le password. C’è poi anche il supporto per una penna N-Trig DuoSense Pen 2 ed una docking station con tecnologia WiGig.

Il sistema operativo preinstallato è Windows 8.1, e questo portatileIntel Software Development System“, non sarà acquistabile dai normali utenti consumer, ma rimarrà solo uno strumento di lavoro per gli sviluppatori.

E’ comunque molto interessante, perché anticipa, con un’ottima approssimazione, quelle che potrebbero essere, di qui a pochi mesi, le caratteristiche negli ultrabook di ultimissima generazione.