Assassin's Creed Unity

Assassin’s Creed Unity, limitato a 900p e 30fps

Assassin’s Creed Unity, l’ultima versione di uno dei migliori giochi per console e PC, sarà rilasciata a breve, ma intanto a parlare è uno dei produttori che scatena le polemiche sui social network. Secondo quanto affermanto da Vincent Pontbriand, il nuovo videogame avrà una risoluzione grafica a 900p e girerà a 30 fps ( fotogrammi al secondo) su tutte le console, a detta del produttore senior, per una questione di parità.

Le polemiche sono scattate in rete subito dopo il rilascio dell’intervista, quanto detto da Pontbriand fa pensare che una delle due console, Xbox One e Playstation 4, è stata limitata e sfavorita da questa “scelta”. Su Twitter è popolarissimo l’hashtag #PS4NoParity, il che fa capire che gli utenti Playstation si sentono traditi da Activision.

Però l’intervista non si ferma solo qui, Pontbriand afferma che per questioni di GPU delle console e anche per questioni di processori, il team del videogame ha dovuto limitare Assassin’s Creed Unity, altrimenti il gioco sarebbe potuto girare addirittura a 100 frame al secondo, stando almeno a quanto detto dal produttore.

Le due console di ultima generazione montano dei processori grafici e di calcolo potentissimi, ma sebbene questi siano all’avanguardia i produttori di Assassin’s Creed Unity si sono sentiti limitati, qual è allora la reale capacità di questo videogame? Probabilmente potremmo scoprirlo su un computer di ultima generazione, ma per console dovremmo accontentarci solamente di una grafica eccezionale.

Intanto sul web continuano le polemiche sull’equilibrio deciso da Activision e dal team di Assassin’s Creed, gli utenti Playstation sui forum affermano di voler sfruttare a pieno la nuova console PS4 e non essere limitati come chi possiede una piattaforma di gaming limitata creata da Microsoft (xBox One).

Come andrà a finire il dibattito? Quello che possiamo fare è vedere la reazione che avrà il team di Unity, in seguito alle proteste potrebbe valutare l’ipotesi di eliminare le limitazioni.