Carrier IQ: Non violiamo la privacy di nessuno

L’azienda specializzata nello sviluppo di Carrier IQ sostiene di essere innocente. Ecco come risponde alle molteplici accuse. Scopri tutti i dettagli insieme a FratelloGeek.

Un software spia.

E’ cosi che è stato definito Carrier IQ, il software degli smartphone.

Tutti sostengono che viola la privacy, mentre i produttori affermano che serve solo per la diagnostica.

Dov’è la verità?

Su questo FratelloGeek non riesce ancora a risponderti. Intanto però, ti presenta le risposte dell’ononima azienda alle accuse su Carrier IQ.

Andrew Coward, il vicepresidente del settore marketing di Carrier IQ, ha dichiarato quanto segue:

[ad]

“Il nostro software riceve un grosso quantitativo di informazioni dal sistema operativo. Ciò non significa però che quanto riceva sia poi utilizzato per tracciare informazioni sugli utenti oppure siano inviate agli operatori. Non leggiamo i messaggi, ma rileviamo quando uno è in arrivo, vediamo il numero di telefono del mittente, ma non archiviamo, analizziamo oppure trasmettiamo alcuna informazione sugli SMS. Se una chiamata viene interrotta, l’operatore desidera conoscere il perché: così registriamo dove la chiamata è stata bloccata e le celle alle quali il dispositivo era collegato in quel momento”.

Con questa serie di affermazioni, Coward ha voluto senza mezzi termini sostenere la propria innocenza e spiegare che l’unico scopo di Carrier IQ è quello di tracciare anonimamente le informazioni, per fornire un prodotto qualitativamente superiore.

Come stanno veramente le cose?

Lo scopriremo solo vivendo.

Carrier IQ: Non violiamo la privacy di nessuno
Ti piace FratelloGeek.com?