policy facebook

Dal 2015 nuova policy Facebook: ecco cosa cambierà

In questi giorni gli iscritti a Facebook stanno ricevendo una notifica speciale con cui avvisa che se si utilizzano i servizi del social network dopo il primo Gennaio si accettano automaticamente le condizioni relative alla nuova normativa sui dati e sui cookie e si dà il consenso a visualizzare le inserzioni migliorate in base ai siti e alle applicazioni utilizzate; cliccando sulla notifica si potranno conoscere tutti i dettagli della nuova policy Facebook.

La nuova normativa sarà attivata dal primo Gennaio e sarà valida per tutti gli account di Facebook e tra i vari aggiornamenti ci saranno quelli riguardanti la privacy, la geolocalizzazione e gli annunci pubblicitari. Per quanto riguarda la riservatezza si parla dell’inserimento di Privacy Basics, ovvero le linee guida che contengono tutte le risposte alle domande più frequenti sul controllo delle informazioni che vengono rese pubbliche sul social network.

Viene infatti reso noto come è possibile rimuovere i tag, cancellare le amicizie, bloccare gli utenti e scegliere con chi condividere ogni post che viene pubblicato. La nuova policy Facebook riguarda anche la geolocalizzazione: con l’arrivo del nuovo anno Facebook potrà iniziare a mostrare annunci pubblicitari o aggiornamenti sugli stati degli amici che ritiene più interessanti per l’utente in base all’ultima posizione segnalata.

Per quanto riguarda gli annunci, la nuova policy Facebook cerca di dare soluzione alle tante lamentele degli utenti che, usando diversi dispositivi, si ritrovavano ad avere a che fare con annunci che erano già stati eliminati su un altro device: con l’aggiornamento le scelte dell’utente su ciascun annuncio vengono estese a tutti dispositivi e browser che utilizzerà.

L’ultima novità riguarda la comparsa del pulsante Acquista, già in fase di test in alcune zone del pianeta, che permetterà agli utenti di cercare e acquistare i prodotti desiderati senza uscire dalla piattaforma di Facebook. Il social network fa sapere di essere al lavoro anche per trovare il sistema migliore per rendere ulteriormente più efficaci le transazioni.

Fonte