Differenze tra Galaxy Note 3 e Galaxy Note 2

Differenze tra Galaxy Note 3 e Galaxy Note 2

Novità dal fronte Samsung!

Come ben sai, la nota azienda ha ufficialmente tolto il velo al suo nuovo phablet top di gamma, dal nome Galaxy Note III!

Il dispositivo è senza dubbio “al passo con i tempi”, ma per chi è attualmente possessore di un Note II conviene cambiarlo?

Oggi, FratelloGeek ti propone un confronto delle differenze principali tra i due dispositivi.

Dal punto di vista del design, il Note 2 sembrava un Galaxy S3 più grande, mentre il Note 3 nella parte frontale ricorda in modo vago il design del Galaxy S2, con i bordi più arrotondati, mentre il retro è completamente diverso: con il Note 3 si avrà una texture in simil-pelle con cuciture ai bordi.

Dal punto di vista delle dimensioni, sono identici: il Note 3 è 1.1 mm meno spesso, è meno largo di 1.3 mm e 0.1 mm più alto, rispetto al Note 2.

La tipologia di display rimane la stessa, Super AMOLED: si passa però da una risoluzione di 1280×720 ai 1920×1080 pixel.

In merito alla fotocamera posteriore, si passa dagli 8 ai 13 MegaPixel.

Circa il processore, entrambe le versioni del Note 3 sono superiori, in paragone all’Exynos Quad-Core che si trova sul Galaxy Note 2, grazie allo Snapdragon 800 o all’Exynos 5420 Octa-Core.

Infine, si passa dai 2 ai 3 GB di RAM.

Che te ne pare?

Quale preferisci?

Via