DMARC: Come ti proteggono Gmail, PayPal e Facebook

FratelloGeek ti spiega i sistemi di protezione di Gmail, PayPal e Facebook contro spam e phishing! Scopri i dettagli nel resto dell’articolo!

Spam: email indesiderate; pubblicitarie o atte alla truffa.

Phishing: frode di dati di conti correnti.

Questi sono i due mali principali del tuo mondo virtuale, caro Geek!

In particolare il secondo consiste nel farti credere che il sito Web fasullo in cui stai digitando i tuoi dati personali sia in realtà il sito Internet ufficiale del tuo conto corrente!

In questo articolo, però, FratelloGeek non intende dirti come proteggerti da queste minacce, ma quali provvedimenti hanno preso i principali colossi del Web a tal riguardo.

[ad]

Google, Facebook, PayPal, Hotmail, Yahoo, Bank of America e LinkedIn, sono solo alcuni dei 15 nomi dei giganti che stanno facendo qualcosa per salvaguardare i tuoi possedimenti!

Adam Dawes, esponente della Google, ritiene che “essere oggetto di phishing è una delle peggiori esperienze per gli utenti Internet. Per proteggerli nel modo migliore, bisogna che le e-mail truffa non raggiungano proprio le loro caselle di posta”.

In che modo?

DMARC (Domain-based Message Authentication, Reporting & Conformance) è il nome del nuovissimo sistema di protezione antitruffa; presto nuovi protocolli di sicurezza, come ad esempio il Sender Policy Framework (SPF) e il DomainKeys Identified Mail (DKIM), saranno operativi.

Grazie a questi ultimi, potrai facilmente verificare il mittente per mezzo dell’indirizzo di connessione al Web.

Ma le aziende non si limitano solo ad assoggettarsi a questo standard: Brett McDowell, il CEO di PayPal, promette ad esempio di bloccare almeno 200.000 email false al giorno.

Infine, per tua contentezza, pensa che già il 15% delle traffico di email, proviene proprio dalle organizzazioni che hanno deciso di affidarsi al DMARC.

Che ne pensi di questa protezione?

DMARC: Come ti proteggono Gmail, PayPal e Facebook
Ti piace FratelloGeek.com?