drive club ottobre

Drive Club, successo di vendite nonostante i gravi problemi

E’ stato un successo francamente inaspettato quello di Drive Club nel mese di ottobre. L’ormai famosissimo gioco di guida targato Sony e rilasciato in esclusiva per Playstation 4, è risultato essere il gioco più venduto in Europa lo scorso mese relativamente all’ultima console rilasciata dal gigante giapponese. Alle sue spalle ci sono titolo che hanno maggiormente convinto i videogamers più appassionati (Fifa 15, Nba 2K15, Battlefield 4, La Terra di Mezzo – L’ombra di Mordor, quest’ultimo secondo) ed è per questo che il dato ha sorpreso un po’ tutti.

I motivi risiedono principalmente nei gravi problemi riscontrati a livello di server da Drive Club, sin dai primi giorni del suo rilascio che è stato effettuato durante la prima metà di ottobre. Il multiplayer online, che avrebbe dovuto essere una parte essenziale di un gioco di questo genere, è rimasta praticamente inutilizzabile per settimane, provocando tra l’altro enorme imbarazzo nei vertici del dipartimento Playstation in Sony.

Poco tempo dopo lo start delle vendite per Drive Club arrivarono le scuse addirittura di Shuhei Yoshida, presidente dei Sony World Wide Studios, che tramite la pagina facebook ufficiale dell’atteso titolo commentava più o meno così: “Non ci aspettavamo tutte queste difficoltà per Drive Club, ancora non riusciamo a far esprimere tutto il suo potenziale su PS4 e ciò ci rattrista molto. Vi chiedo pazienza, riusciremo presto a risolvere questi problemi”.

Un fatto decisamente insolito, come insoliti sono stati i problemi riscontrati dagli utenti possessori di Drive Club. I problemi sul server hanno poi costretto a rimandare anche la data di uscita del titolo su Playstation Plus, il servizio online di abbonamento su Sony. Qui il gioco avrebbe dovuto essere gratuito anche se con limitazioni nella scelta di vetture e piste. Una sorta di via di mezzo tra demo e gioco completo. Ma il messaggio degli sviluppatori “stiamo aggiornando e migliorando il server” ha accompagnato lunghe giornate di attesa. Non compromettendo il successo di Drive Club nei negozi.