Google telefonia mobile

Google diventa operatore di telefonia mobile

Google è un vero colosso del web, partito come motore di ricerca ha, da prima, sbaragliato la concorrenza e, successivamente ampliato i suoi interessi, diventando leader in moltissimi settori diversi, e acquistando varie società promettenti.

Oggi Google porta avanti tantissimi progetti diversi, molti dei quali di notevole successo, ma non pare minimamente intenzionato a fermarsi, tra i suoi prossimi obbiettivi c’è quello di diventare operatore telefonico.

Google si occuperà direttamente di telefonia mobile, anche se, almeno in un primo momento, solo negli Stati Uniti. Alcune voci vicine all’azienda, e pertanto ritenute attendibili, hanno fatto sapere ai media che, già entro la fine del 2015, questa nuova avventura del colosso americano potrebbe prendere il via.

Non è facile però prevedere come Google intenda muoversi, ad esempio potrebbe acquistare banda da altri operatori attivi in USA, come T-Mobile, oppure creare da subito una propria infrastruttura, scelta che pare più improbabile, ma che consentirebbe una maggiore competitività, fin dall’inizio.

Se, come pare ormai quasi sicuro, Google scenderà in campo come operatore telefonico, Android, suo OS mobile, che già oggi è il più diffuso al mondo, potrebbe giovarne in modo assai rilevante.

Big G infatti, controllerebbe sia l’OS, che la rete e avrebbe modo di migliorare, ottimizzandolo al massimo, l’ecosistema del robottino, oltre che di studiare nuove proposte commerciali integrate, decisamente molto difficili da superare per i concorrenti, per quanto agguerriti essi siano.

Questa novità di certo non piacerà ai tanti che, già ora, credono che Google abbia già troppo potere, troppo denaro e, soprattutto, troppo controllo sulle nostre vite, attraverso i tanti servizi che usiamo comunicandogli, in modo più o meno consapevole, i nostri dati personali.

Google diventa operatore di telefonia mobile
Ti piace FratelloGeek.com?