Google Hangouts e Google Drive

Google Drive: ufficiale l’integrazione ad Hangouts

Google ha iniziato ad effettuare un po’ di pulizie per tenere tutto in ordine tra i servizi offerti e le app web che si aggiungono ad altri software per poter creare una integrazione (componenti aggiuntivi). Hangouts, il servizio di videochiamate è stato aggiornato ufficialmente da Big G, ora sarà possibile condividere con facilità i dati presenti su Google Drive, il servizio di cloud computing dell’azienda di Mountain View che offre 15GB di spazio gratuito.

Da oggi, grazie all’aggiornamento di Hangounts, sarà possibile condividere in modo del tutto semplice un file, o un documento qualsiasi di Google Drive, attraverso la chat. Durante una videochiamata, infatti, potrete inviare facilmente un dato tramite Drive. Il funzionamento è abbastanza semplice,  basterà cliccare sulla chat e successivamente cliccare sull’icona del servizio che ora è comparsa di fianco a quella delle emoticons (in basso a destra nella conversazione).

In chat verrà mostrato il link e un’anteprima del file condiviso, cliccandoci sopra questo verrà aperto in una nuova finestra e permetterà agli utenti di continuare la videochiamata o lavorare al file a schermo intero. L’annuncio del cambiamento arriva tramite il blog ufficiale di Big G e dove è spiegato il funzionamento del nuovo Hangouts e viene comunicato che l’applicazione aggiuntiva della chat di Google Drive sarà rimossa entro i primi 15 giorni di dicembre.

Il nuovo sistema pensato da Google è decisamente più comodo (un po’ simile a Facebook Messenger e l’invio delle fotografie), sicuramente nel prossimo futuro Hangounts riceverà altre integrazioni utili sia in campo lavorativo, sia in quello del divertimento. Per rendervi conto del cambiamento vi consigliamo di leggere la pagina ufficiale dedicata al componente aggiuntivo Google Drive.

Ricordiamo che non bisogna fare confusione tra Google Drive l’applicazione web, l’app per cellulari e il componente aggiuntivo che faceva parte di Hangouts, i primi due software continueranno a funzionare ma il terzo sarà chiuso definitivamente.