Google Glass

Google Glass: test nell’aeroporto di Edimburgo

Google Glass, chi non ne ha mai sentito parlare? Si tratta di occhiali a realtà aumentata creati da Google per migliorare la vita degli utenti. Una tecnologia indossabile che riesce a fornire moltissimi dettagli e funzionalità grazie al perenne collegamento ad Internet. Ad oggi, gli occhiali di Big G non sono ancora disponibili per la vendita in serie, tuttavia è possibile acquistare la propria copia di occhiali pagando la cifra degli sviluppatori, ovvero circa 1500 dollari.

Google Glass è in grado di essere utilizzato in diversi modi, non solo per il divertimento, ma anche per lavoro. Tuttavia, in alcuni casi, gli occhiali a realtà aumentata sono considerati pericolosi perché possono distrarre, ad esempio, un utente alla guida. Però non vogliamo parlarvi di questo oggi, ma di un test effettuato all’aeroporto di Edimburgo.

Questa tecnologia potrebbe essere utilizzata per aiutare chi viaggia, soprattutto per ricercare all’interno dell’aeroporto strutture e aree particolari che non risaltano subito agli occhi. Inoltre, i Google Glass sono in grado di tradurre i documenti semplicemente se vengono inquadrati, una funzione molto interessante per chi viaggia e non conosce perfettamente le lingue ma vuole restare aggiornato.

Si tratta di un primo esperimento del genere, di certo non sarà l’unico per i Google Glass, ma intanto risulta molto interessante e vantaggioso per i viaggiatori questo strumento a realtà aumentata. In questo modo, con gli occhiali a realtà aumentata di Google, è possibile anche interagire con gli utenti informandoli su un probabile ritardo di un volo, dell’inizio dell’imbarco e di molto altro ancora.

Un team di professionisti, che si occupato di effettuare il test all’interno dell’aeroporto di Edimburgo, è a lavoro per stabilire il metodo di utilizzo e l’utilità dei Google Glass all’interno degli aeroporti, staremo a vedere che decisioni saranno prese. Tutti gli occhi sono puntati su Mountain View per la decisione finale.

Google Glass: test nell’aeroporto di Edimburgo
Ti piace FratelloGeek.com?