Guida aggiornamento Android 4.0.3 ICS per Galaxy Note con Odin

FratelloGeek porta alla tua attenzione una guida per effettuare l’aggiornamento del Galaxy Note ad Android 4.0.3 Ice Cream Sandwich con permessi di Root! Scoprila di seguito.

Android 4.0, soprannominato Ice Cream Sandwich, è disponibile da poco tempo per il recente Samsung Galaxy S 2.

Sai che l’azienda coreana ha deciso di espanderlo anche su Galaxy Note?

Infatti, da pochissime ore si può effettuare l’aggiornamento tramite Notifica via OTA nei paesi europei più avanzati, cioè Regno Unito, Germania e Francia: a breve, dunque, arriverà il pesante update di 320 MegaByte nella penisola italica.

Ma tu sei un Geek impaziente!

Non vuoi aspettare la ROM ufficiale di ICS!

[ad]

Come fare?

FratelloGeek non sta mica con le mani in mano!

Pertanto porta alla tua attenzione una guida per effettuare già da subito l’aggiornamento del Galaxy Note ad Ice Cream Sandwich con permessi di Root!

Prima di tutto, scarica la ROM di Ice Cream Sandwich ICS 4.0.3 dal peso di circa 640 MegaByte.

Pazienta: dal momento che i server sono impegnati, ci impiegherai circa un oretta per scaricarla.

Inoltre, scarica anche il seguente file per i permessi di Root.

Dopodiché, segui le seguenti istruzioni:

– Per avere i permessi di Root con la nuova versione di Android, assicurati di averli già nella precedente;

– Effettua un backup dei dati, dal momento che l’aggiornamento cancella tutto!

– Acquista Mobile ODIN da Google Play ed installalo;

– Estrai i file della ROM e del secondo file che FratelloGeek ti ha fatto scaricare: avrai così i file .tar per il CF ROOT e .tar.md5 per la ROM;

– Copia i due file .tar nella scheda di memoria esterna, dopodiché avvia MobileOdin, clicca su “Open file” e seleziona il file della ROM in External SD;

– Deseleziona la voce “Enable EverRoot” ed in seguito clicca su “Flash Firmware”;

– Nella successiva finestra, seleziona il comando “Skip”.

In tal modo il dispositivo si riavvierà, e poi installerà automaticamente l’aggiornamento dopo pochi minuti!

Che ne pensi di questa procedura?