Guida per attivare Tethering su Android

Guida per attivare Tethering su Android

Cos’è il Tethering?

Si tratta della funzione che ti dà la possibilità condividere la connessione dati mobile del telefonino con un altro dispositivo a tua scelta, che può essere il computer o il tablet.

In tal modo, potrai trasformare il tuo cellulare in un modem Wi-Fi per navigare in Internet dal computer, sfruttando allegramente la connessione dati del telefono!

Ovviamente, in base al gestore e del tipo di abbonamento, la funzionalità può costare soldi: 3 Italia e Wind la offrono gratis mentre, mentre Vodafone ha un costo aggiuntivo, pertanto, ti conviene cercare informazioni su eventuali costi.

Sui cellulari Android esistono 3 tipi di Tethering, che FratelloGeek andrà ad esaminare oggi:

– Tethering Wi-Fi: si tratta del metodo senza dubbio più veloce, grazie al quale potrai trasforma lo smartphone in un modem o in un hotspot, a cui ovviamente potrai connettere anche più dispositivi in contemporanea;

– Tethering Bluetooth: si tratta del metodo più lento, che però non rallenterà la connessione 3G, che è in grado di distribuire lo smartphone. Consiste nel collegare in Bluetooth un dispositivo, ma solo alla volta: questo consente di consumare meno energia della batteria di quanto sprechi l’hotpost Wi-Fi;

– Tethering USB: anche questa soluzione è molto veloce, ma per funzionare ha bisogno di un cavo USB con cui collegare il cellulare intelligente al computer portatile. In tal modo, il tuo smartphone funzionerà come un modem cablato, e la batteria non si scarica, dal momento che sarà alimentata dalla porta USB del computer. Metodo salva-vita!

Le opzioni del Tethering / HotSpot portatile sono configurabili nella sezione “Impostazioni” dello smartphone, alla voce “Altro”, all’interno della sezione “Wireless e reti”.

Facile, vero?