Il Gmail Blue non è un pesce d’aprile

Come è successo negli ultimi anni, anche il 2013 ha visto il pesce d’aprile di Mamma Google.

O meglio, i pesci d’aprile: Google Nose (Olezzo nella versione italiana), la chiusura di YouTube e Gmail Blue, una versione in tinta blu della casella di posta elettronica.

Nato come uno scherzo, quest’ultima diventa realtà!

Non grazie a Mamma Google, però: uno sviluppatore indipendente, Shon Dalezman, ha prodotto un’estensione dedicata al browser Chrome, già disponibile per il download gratuito, che ti permetterà di dare un look stile Avatar all’interfaccia del servizio di posta elettronica!

Interessante, non è vero?

Che aspetti a provarlo?

Il Gmail Blue non è un pesce d’aprile
Ti piace FratelloGeek.com?