Il Windows Store apre all’Open source

Il nuovo negozio virtuale targato Microsoft consentirà agli sviluppatori di abbellire il catalogo con la proprie Applicazioni, mentre a noi utenti verrà concesso di effettuarne il download. 

Il tuo amico Geek ti fece sapere qualche giorno fa che la Microsoft ha tentato di agguantare la fetta di mercato che appartiene alla Apple, “ispirandosi” all’Apple Store e creando il proprio: il Windows Store.

Le applicazioni potranno essere acquistate ad un prezzo compreso tra 1,49 dollari e 999,99 dollari:

Ma ci sono ulteriori novità al riguardo?

Il tuo amico Geek è lieto di informarti che la risposta è nettamente affermativa.

Secondo alcune indiscrezioni infatti, il marketplace ufficiale per Windows non solo offrirà nella Home le applicazioni più scaricate e di moda con tanto di motore di ricerca che collegherà le richieste dei consumatori alle pagina dei consumatori.

[ad]

Infatti, sembra proprio che consentirà anche agli sviluppatori di abbellire il catalogo con la proprie Applicazioni, mentre a noi utenti verrà concesso di effettuarne il download e utilizzarle mediante nuovissima interfaccia Metro.

L’opportunità di arricchire il catalogo del Windows Store con applicazioni Open source costituisce la grande rivoluzione rispetto allo store di mamma Apple.

Insomma, la Microsoft pur copiando ci tiene a fare la sua differenza!

Il Windows Store apre all’Open source
Ti piace FratelloGeek.com?