IMU 2013: Calcolo prima rata acconto giugno

IMU 2013: Calcolo prima rata acconto giugno

Novità dal fronte IMU 2013!

Anche se non è molto chiaro il pagamento della prima rata dell’IMU, FratelloGeek cercherà di fare il punto della situazione!

In primis, per il versamento dell’acconto, c’è bisogno di riferirsi al modello F24, che puoi scaricare gratis sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate: in ogni caso, non si conoscono ancora i codici tributo per pagare l’imposta.

Pertanto, i Centri di Assistenza Fiscale chiedono lo spostamento della data di scadenza di almeno uno settimana, in modo da permettere ai contribuenti italiani di poter pagare l’IMU 2013, senza beccare delle sanzioni: per il momento, la data di scadenza è fissata al 16 giugno 2013.

In secondo luogo, si devono chiarire le categorie di immobili soggette alla tassa, cioè, quelle che non rientrano nel decreto di sospensione del pagamento emanato di recente dal governo Letta: sono coinvolti, altresì, i capannoni ed i fabbricati accatastati nel gruppo catastale D (cioè alberghi, cinema, teatri, ospedali, banche ed assicurazioni e cliniche), i box auto, le cantine, i magazzini, le case dei militari, le abitazioni in ville, i castelli ed i palazzi di valore artistico, o storico.

Come calcolare l’IMU 2013 di giugno?

Prima di tutto, dovrai individuare la rendita catastale e rivalutarla del 5%: a questo punto, moltiplica la rendita rivalutata per il coefficiente 160 e così conoscerai il valore catastale.

In seguito, verifica l’aliquota che si differenzia per ogni comune, e le detrazioni applicabili: quella base è di 200 euro e sarà aumentata di 50 euro per ogni figlio convivente fino a 26 anni di età.

Proprio sulle aliquote, c’è poca chiarezza: pare che molte amministrazioni comunali abbiano provveduto ad aumentarle, ed hanno comunicato i cambiamenti al dipartimento Finanze del Ministero dell’Economia.

Che ne pensi?

IMU 2013: Calcolo prima rata acconto giugno
Ti piace FratelloGeek.com?