La banda larga sarà nelle mani di Corrado Passera

Corrado Passera sarà il nuovo Ministro per lo Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti. Mario Monti gli ha affidato il destino della nostra Banda Larga.

Negli ultimi giorni il nostro bel paese ha assistito a cambiamenti a dir poco drastici.

Basti pensare che abbiamo dovuto vedere Berlusconi dare le dimissioni dal suo incarico governativo.

Adesso tutto è nelle mani di Mario Monti che da senatore si ritrova Presidente del Consiglio.

Come ha annunciato lui stesso, il suo scopo è quello di concentrarsi sui progetti per lo sviluppo ed ha nominato i ministri che costituiranno il nuovo Governo.

Tra questi spicca Corrado Passera, proveniente da Intesa San Paolo, a cui gli è stato affidato il ruolo di Ministro per lo Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti.

Sai cosa vuol dire tutto ciò?

[ad]

Che adesso si ritrova tra le sue mani la banda larga italiana.

Ma probabilmente ti interesserà conoscere ulteriori informazioni sulla vita di Passera.

Ebbene, FratelloGeek è riuscito a reperire la sua scheda dal sito Intesa San Paolo.

Eccola riportata di seguito:

“Inizia il suo percorso professionale nel 1980 in McKinsey dove rimane per 5 anni per poi passare a CIR, dove ricoprirà la carica di Direttore Generale fino al 1990. Passa poi al settore editoriale dove ricopre la carica di CEO di Arnoldo Mondadori Editore e successivamente di Vice Presidente e CEO del Gruppo Espresso-Repubblica. Nel 1992 lascia l’editoria per passare al Gruppo Olivetti dove è chiamato in qualità di Co-CEO. Nel 1996 assume l’incarico di Amministratore Delegato e CEO del Banco Ambrosiano Veneto che lascerà dopo aver portato a termine il consolidamento con CARIPLO. Nel 1998 assume la carica di CEO in Poste Italiane. Vi rimarrà fino all’aprile 2002”.

Auguriamo all’Italia il meglio anche sotto questo aspetto.