La Corte Europea ferma i Filtri P2P

La giustizia Europea ha stabilito, con una sentenza che rimarrà nella storia, il blocco dei filtri P2P. Scopri tutti i dettagli iniseme al tuo amico Geek.

Hey caro lettore vuoi sapere la novità?

D’ora in poi saranno vietati i filtri per siti Web sospettati di pirateria.

Non è una favoletta ma, l’esito della sentenza emesso dalla Corte Europea di Bruxelles.

Dopo diversi anni di battaglie, il provider Scarlett ha vinto sulla Sabam (la SIAE belga).

In poche parole, la Sabam impediva al provider l’utilizzo di programmi peer-to-peer per scaricare file protetti da copyright.

La Scarlett ha subito fatto ricorso alla giustizia Europea, che ha stabilito con una sentenza che rimarrà nella storia, il blocco dei filtri P2P da parte dei provider.

Vuoi sapere dettagliatamente cosa ha stabilito la sentenza emessa dalla Corte?

[ad]

Il tuo amico Geek ti accontenta.

Eccola riportata di seguito:

“Il diritto dell’Unione europea vieta che venga rivolta ad un fornitore di accesso alla Rete un’ingiunzione per mettere in atto un sistema di filtraggio di tutte le comunicazioni elettroniche che passino attraverso i suoi servizi, applicabile in modo indistinto a tutti i clienti, a titolo preventivo, soltanto a sue spese e senza alcun limite di tempo“. Ciò violerebbe la “libertà d’impresa, il diritto alla tutela della privacy e la libertà di transito delle informazioni”.

Comunque sia questa faccenda è molto delicata e, non può dirsi conclusa definitivamente.

Che ne pensi di questa decisione?

La Corte Europea ferma i Filtri P2P
Ti piace FratelloGeek.com?