Lenovo S90 Sisley

Lenovo S90 Sisley, presentato ufficialmente il clone dell’iPhone 6

Stando agli ultimi dati di vendita, grazie anche all’acquisizione di Motorola, Lenovo è diventata la terza forza del mercato mondiale degli smartphone con profitti record ottenuti nel terzo trimestre dell’anno in corso. Con l’obiettivo di incrementare ulteriormente le vendite, l’azienda cinese ha ufficializzato il nuovo Lenovo S90 Sisley che possiamo considerare, a tutti gli effetti, il clone del nuovo iPhone 6.

Presentato inizialmente come concept, il nuovo Lenovo S90 Sisley, che per il momento verrà commercializzato in Cina al prezzo di 330 dollari, ricalca il design dello smartphone di riferimento per il mondo Apple di cui ripropone sia alcune scelte estetiche, come i bordi arrotondati, che le dimensioni con uno spessore, pari a 6.9 mm, praticamente identico.

Dal punto di vista hardware, naturalmente, vi sono differenze sostanziali. Il nuovo Lenovo S90 Sisley monta, infatti, un display Super Amoled da 4.7 pollici di diagonale caratterizzato da una risoluzione HD. Il SoC è un Qualcomm Snapdragon 410 a 64 bit con CPU Quad-Core con clock da 1.2 GHz e GPU Adreno 306 affiancato da 1 GB di memoria RAM. La fotocamera principale monta un sensore da 13 Megapixel mentre nella parte anteriore è collocata una fotocamera da 8 Megapixel.

A completare la dotazione tecnica troviamo una batteria da 2.300 mAh. Il nuovo Lenovo S90 Sisley presenta il sistema operativo Android 4.4.4 KitKat e l’upgrade ad Android 5.0 Lollipop appare più che probabile. Per ora, è bene sottolineare, non vi sono informazioni precise in merito ad un possibile arrivo in Europa del particolarissimo device.

Il sosia dell’iPhone 6 potrebbe trovare un ampio riscontro commerciale in Cina ma il suo successo nel nostro continente sarebbe tutt’altro che garantito. In ogni caso, maggiori dettagli sulla questione saranno rilasciati, senza dubbio, da Lenovo nel corso dei prossimi giorni quando la fase di commercializzazione del nuovo Lenovo S90 Sisley sarà completata. Per ora non ci resta che attendere l’arrivo di nuovi dettagli sulla questione.

Fonte