Megaupload: Kim Schmitz è stato rilasciato

Scarcerato su cauzione il fondatore di Megaupload, Kim Schmitz. Tuttavia la sua libertà subisce qualche restrizione. Scopri tutti i dettagli insieme a FratelloGeek.

Era definito come un depositi da cui prelevare tranquillamente oggetti per utilizzarli a scopo personale.

Molti utenti non riescono proprio a rassegnarsi all’idea che sia chiuso.

Di cosa si tratta?

Del celebre sito Internet di file hosting Megaupload!

Triste a dirsi, il Dipartimento di Giustizia ha affermato che Megaupload “ha riprodotto e distribuito illegalmente su larga scala copie illegali di materiale protetto da copyright, tra cui film – anche prima dell’arrivo in sala – musica, programmi televisivi, libri elettronici e software”.

[ad]

Di conseguenza si è provveduto a chiudere i battenti del sito Web, e ad arrestare il suo fondatore: Kim Schmitz (nomi d’arte Kim Dotcom e Kimble).

Tuttavia, ci sono novità in merito.

Di cosa sta parlando FratelloGeek?

Ebbene, devi sapere che Kim è stato scarcerato da due giorni, sotto pagamento di una cauzione.

Dopo ben trenta giorni al fresco, il fondatore di Megaupload è di nuovo in libertà.

Secondo alcune fonti, la Corte d’accusa non ha potuto dimostrare concretamente che l’imputato in questione sia attualmente in possesso di ulteriori proprietà.

Comunque sia, non si tratta di libertà totale ma limitata, in quanto Schmitz non può allontanarsi più di 80 km dal suo domicilio, non può servirsi di elicotteri e nè disporre di un collegamento ad Internet.

Sei d’accordo con questo provvedimento giudiziario, o pensi che la giustizia Italiana sia migliore?

Megaupload: Kim Schmitz è stato rilasciato
Ti piace FratelloGeek.com?