Modulo online per non pagare il Canone Rai 2013 legalmente

FratelloGeek ti parla del tanto odiato Canone Rai 2013! Scopri come non pagare legalmente tramite un modulo online, leggendo il resto dell’articolo!

Il canone Rai è odiatissimo dagli italiani, ma purtroppo dovrà essere pagato entro il 31 gennaio 2013!

L’imposta sulla detenzione del televisore potrà essere versata in una singola rata, in due rate (31 gennaio e 31 luglio 2013), o anche in quattro rate (31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre 2013); per un totale di 113,50 euro (con un aumento di 1,50 euro rispetto all’anno scorso).

Come mai gli italiani non sopportano questa tassa?

[ad]

Per tante ragioni: il modo in cui sono gestiti i palinsesti Rai (inutilità dei servizi informativi a fronte di logiche partitocratiche e governative) e la scarsa qualità del segnale dopo lo switch off al digitale terrestre.

Fortunatamente, c’è un’associazione dei consumatori che si impegna da sempre per l’abolizione del canone Rai, ed il suo nome è l’ADUC: essa propone ai cittadini italiani delle procedure per evitare di pagare la forte ingiustizia in modo legale.

Ha lanciato, infatti, l’iniziativa chiamata Disdici il canone Rai: essa ti dà la possibilità di disdire legalmente il canone semplicemente chiedendo alla Rai il suggellamento del proprio televisore.

Come fare?

Dovrai solo inviare una raccomandata, con ricevuta di ritorno, all’indirizzo:

Agenzia delle Entrate
Direzione Provinciale I di Torino
Ufficio territoriale di Torino 1
Sportello S.A.T.
Casella Postale 22 – 10121 Torino (TO).

Il contenuto della raccomandata, è quello del modulo prodotto proprio dall’ADUC: in ogni caso, non dovrai aspettare nessuna risposta, ma già in seguito all’invio della lettera, puoi smettere di pagare il canone.

In seguito, arriverà un incaricato Rai, o un agente della Guardia di Finanza, che si incaricherà di avvolgere il televisore in un sacco di iuta con dei sigilli, rendendolo inutilizzabile.

Che ne pensi?