Reti telefoniche: Tutto quello che bisogna sapere

FratelloGeek ti offre un breve riepilogo di quali sono le principali reti telefoniche, le velocità, gli utilizzi, la diffusione e la disponibilità. Non avrai più dubbi!

Se segui FratelloGeek avrai notato come molto spesso nelle recensioni di smartphone ed altri device, un aspetto molto spesso preso in considerazione è il tipo di connessione dati.

Questo parametro è anche utile per valutare le offerte degli operatori telefonici.

Molto spesso questi valori sono espressi mediante alcune sigle quali: 3G, GPRS, UMTS, EDGE ed HSPA.

Ma cosa significano questi termini?

Questo articolo arriva per eliminare i possibili dubbi su questo argomento!

Partiamo?

[ad]

Il primo sistema di comunicazione mobile, è stato il GSM, anche detto di prima generazione, ed era analogico.

Le reti GSM operano sulle bande di frequenza 900 MHz o 1800 MHz.

Per questo, quando senti parla di “QuadriBand”, vuol dire che quei determinati telefoni possono operare in tutte e quattro le frequenze, e perciò utilizzabili in tutto il mondo.

Dopo questo sistema è stato utilizzato il GPRS/EDGE, ormai lo standard in tutta Europa.

Queste reti sono dette 2G (cioè di seconda generazione).

Le reti 3G, quelle UMTS, sono ancora più veloci delle precedenti.

Probabilmente hai sentito parlare anche delle reti 4G/LTE, che nel nostro paese arriveranno nel corso di quest’anno.

Le frequenze riservate per le reti 4G sono 2300, 2500, 3500 MHz, naturalmente più veloci delle precedenti.

Come avrai potuto comprendere la G sta per generazione, in relazione alla velocità raggiunta di trasmissione dati.

Naturalmente quando si parla di velocità, si intende il valore massimo a cui è possibile arrivare in condizioni ottimali.

Alcuni dati sugli standard di velocità:

– 1G: Erano cellulari analogici, supportavano solo le telefonate, non le connessioni ad Internet.

– 2G: Supportavano 9/14.4 kbps.

– 2.5G: La connessione è di tipo GPRS e viaggia intorno ai 20-40 kpbs. Gli unici siti Web visitabili sono quelli WAP, oggi ormai abbandonati. Questa velocità permetteva l’invio di MMS. Ogni altro utilizzo, quali per esempio l’uso del cellulare quale modem, era impossibile per la lentezza.

– 2,75G: Altro nome della rete EDGE con una velocità da 60 kbps a 180 kbps. Tim e Wind sono le uniche a continuare ad usare queste reti e molti criticano le aziende per non essere ancora passati all’UMTS grazie al quale si può navigare dal cellulare.

– 3G: E’ la rete UMTS, acronimo per Universal Mobile Telecommunications System. La velocità è di 380-700 kbps. Le compagnie che usano questo standard sono Vodafone e Tre. L’UMTS permette di utilizzare il proprio telefono per navigare su Internet, oltre che usarlo come modem per il proprio PC. L’UMTS è uno standard accettato in gran parte del mondo anche se non è ancora utilizzato da tutte le compagnie.

– 3.5G: Sono infine le reti HSPA, HSPA+ e HSDPA.

La velocità che potrebbe fornire la rete HSPA è di 14,4 Mbps, anche se per ora la velocità reale media offerta è di 3,6 Mbps.

Per migliorare questa situazione c’è bisogno di aggiornamento del software delle celle, da parte delle aziende.

Secondo Wikipedia, solo la Wind non ha effettuato questo aggiornamento.

– 4G: E’ la nuova tecnologia LTE che potremo vedere nel nostro paese nel corso del 2012.

FratelloGeek spera che questo articolo sia stato utile!

Se hai domande o dubbi, sentiti libero di lasciare un commento.

Reti telefoniche: Tutto quello che bisogna sapere
Ti piace FratelloGeek.com?