Retromarcia di HP: Non lascia più i PC

Arriva la conferma del CEO di HP. L’azienda non abbandona la divisione legata ai personal computer, come annunciato qualche mese fà. Scopri maggiori dettagli nel resto di questo articolo.

Hewlett-Packard fà retromarcia.

Anche se inizialmente favorevole alle scelte prese in precedenza alla sua nomina, Meg Whitman (la nuova CEO di HP) ha confermato che l’azienda continuerà  a sviluppare e a mantenere la divisione legata ai PC.

La scelta della Whitman, ex CEO di Ebay, è stata definita “giusta per clienti e partner, per gli azionisti e per i dipendenti”.

Ad oggi la divisione computer di Hewlett-Packard ha un valore di circa 40 miliardi di dollari.

Quali sono stati i motivi di questa inversione?

[ad]

Il cambio di rotta si sarebbe rivelato deleterio per l’intera azienda informatica.

La scelta di diventare soltanto una semplice “software company”, non ha esaltato nè convinto gli azionisti e i clienti di HP.

Anche il crollo in borsa dello scorso agosto, in seguito all’annuncio dell’abbandono dei PC, ha spinto HP a ritornare sui suoi passi.

Hewlett-Packard continuerà ad investire anche sui tablet ed a ottimizzare il suo supporto a Windows 8.

Quali sono i risultati di questa scelta?

HP ha recuperato dieci punti percentuali in borsa a Wall Street.

Secondo te, questa retromarcia sta pian piano contribuendo al rilancio dell’azienda?