Riparare Windows 7 con una penna USB

FratelloGeek ti spiega come riparare Windows 7 con penna USB, senza utilizzare il disco d’installazione! Scopri come fare nel resto dell’articolo.

Devi riparare il tuo amato Windows 7. Ci possono essere due problemi.

Non possiedi il disco d’installazione di Seven!

Oppure hai a disposizione un netbook senza lettore CD!

Come fare?

Semplice, installando KernSafe TotalMounter!

Si stratta di un software freeware che ti permette di simulare un lettore CD, avendo a disposizione semplicemente una pen drive (comunemente chiamata “chiavetta”)!

[ad]

Scaricato?

Autorizzato l’installazione di tutti i driver?

Allora avvialo e clicca sul pulsante “Mount”; ora seleziona la voce “Virtual CD/DVD-RW” e metti la spunta su “Create a new file size” e “CD 650M Bytes”.

Ancora, clicca sul pulsante “Browse” stabilisci il luogo in cui salvare l’immagine e clicca su “OK” per creare il drive virtuale.

Ora apri il Pannello di controllo, vai in “Sistema e sicurezza”, sezion “Backup e ripristino” e clicca al lato su “Crea un disco di ripristino del sistema”.

Seleziona con il programma l’unità virtuale come masterizzatore.

Clicca adesso su “Crea Disco” per avviare la creazione dell’immagine del disco di ripristino di Windows Seven.

Non è finita qui!

Scarica ed avvia Universal USB Installer.

Seleziona in fondo la voce “Windows 7 Installer”, clicca su “Browse” per selezionare l’immagine ISO creata in precedenza, poi seleziona l’unità della penna USB dove vuoi copiare i file per il ripristino di Windows 7, e termini tutto cliccando su “Create”!

Avrai così a tua disposizione una penna USB di ripristino per Windows 7!

Ovviamente, bada bene che le chiavette USB di ripristino che crei con il tuo Seven a 32-bit, non vanno bene su una versione a 64-bit!

Ti è stato utile questo articolo?