Scuola in Chiaro: Come iscriversi online?

Hai tempo fino al 28 febbraio! Il tuo amico Geek ti da tutte le informazioni su come iscrivere i tuoi bimbi a scuola tramite Internet.

Cosa fanno tutti i bambini all’età di tre anni?

Cominciano ad andare a scuola!

Cosi imparano a leggere, a scrivere, ed a relazionarsi con gli altri cuccioli.

Ma prima di cominciare questo lungo percorso, occorre completare tutte le operazioni che hanno a che fare con le iscrizioni.

Sei un genitore e ti annoi di compilare tutto in maniera cartacea?

Tranquillo, ora puoi farlo direttamente online con la scuola in chiaro.

Ma di cosa sta parlando FratelloGeek?

[ad]

Ebbene, devi sapere che la “Scuola in Chiaro” è un nuovo servizio creato dal Ministero dell’Istruzione.

Permetterà a tutti i genitori di procedere con le iscrizioni digitali.

Giungendo sulla nuova piattaforma che trovi a questo indirizzo, avrai a tua disposizione ben sette aree che sono le seguenti: Home, Didattica, Servizi, Indicatori alunni, Indicatori sul personale scolastico, Indicatori finanziari, Valutazione.

Non dovrai fare altro che ricercare l’Istituto scolastico da te desiderato, scaricare, compilare il modello e spedirlo.

A tal fine, potrai utilizzare un messaggio di posta elettronica, il fax, spedizione postale o personalmente in segreteria.

Se scegli la procedura online, riceverai una conferma dell’operazione tramite email o con un SMS.

Secondo il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, questo progetto rappresenta il primo passo verso un’amministrazione più moderna e trasparente che, attraverso la rete Internet, mette a disposizione dei cittadini tutte le informazioni necessarie per accedere ai servizi e scegliere con consapevolezza dove iscrivere i propri figli.

Uno strumento che potrà anche innescare meccanismi di miglioramento dell’intero sistema scolastico.

Credi che questo sia un passo verso la modernizzazione della scuola italiana?

Ed ancora: “Trasformeremo i castelli medievali in castelli aperti e decifrabili. Oggi diamo inizio a una vera modernizzazione”.