Trovare online i prezzi della benzina più bassi

FratelloGeek ti parla di come trovare i distributori che applicano i prezzi minori della benzina sul Web! Scopri di più leggendo l’articolo.

Mentre il costo della benzina e del diesel aumenta (oramai punta decisamente verso le 2 euro al litro), il costo del petrolio diminuisce!

Nonostante i due prezzi dovrebbero avere un rapporto di proporzionalità, questo non avviene.

La media nazionale del costo della benzina ha fissato il prezzo ad 1,886 € al litro per la verde, mentre per il diesel si parla di 1,782 €.

Il prezzo della benzina è aumentato con una percentuale del 18% annua, dato che sembra destinato a crescere visto che le Regioni che sono state colpite da dei disastri naturali aumenteranno il fondo imprevisti, aumentando ulteriormente il prezzo della benzina.

[ad]

Puoi comunque seguire la variazione dei prezzi sul Web, con i dati che saranno aggiornati sempre in tempo reale ed evidenziando quelli più bassi.

Altri aumenti comunque arriveranno anche sul prezzo delle merci, visto che per trasportarla quasi sempre si fanno uso di camion; ulteriori aumenti saranno pure previsti in materia fiscale, come l’aumento dell’IVA che passerà dal 21 al 23% nel prossimo Ottobre.

Da qui, dunque, la decisione di molte persone di evitare l’uso di una macchina e di usare mezzi alternativi, come biciclette e trasporti pubblici, per svolgere le normali commissioni o per andare a lavorare.

Ma parliamo ora di un metodo che potrebbe portare ad un risparmio maggiore sulla benzina.

Il KDS (acronimo di Kinetic Drive System), permette di ridurre i consumi del gasolio o della benzina fino al 50%, previene l’usura del motore e le emissioni inquinanti di CO2.

Questo apparecchio è stato inventato da un italiano, Leonardo Grieco, il quale l’ha testata su una Skoda 1900cc, e che agisce sul sistema della frizione.

Quest’invenzione è stata brevettata in Svizzera, dove è stata autorizzata ad essere installata, anche se ad oggi non ci sono notizie certe sull’effettivo risparmio promesso.

Nè tantomeno ci sono certificazioni dell’efficacia o una documentazione tecnica specifica.

FratelloGeek ti consiglia dunque di prendere questa notizia con le “pinze”.

Cosa ne pensi di questo metodo?

Desta anche a te qualche sospetto?