Virus Crisis contro Mac, Windows e macchine virtuali VMware

Scopri di più su Crisis, il nuovo virus che attacca Mac, Windows e le macchine virtuali VMware, prelevando dati personali dal computer.

Crisis è un malware sviluppato e lanciato su Internet per danneggiare principalmente i Sistemi Operativi Mac OS X: eppure, rischia di diventare il virus più insidioso ed aggressivo del momento, dal momento che è capace di penetrare anche altri prodotti, come ad esempio Windows.

Tutte queste informazioni vengono direttamente da Intego, che è una parte del codice di Crisis derivata probabilmente dal software commerciale RCS Da Vinci: quest’ultimo è stato prodotto dalla noto Hacking Team, una software house italiana che sviluppa applicazioni atte allo spionaggio.

Che effetti ha questo malware?

[ad]

È in grado di raccogliere e ritrasmettere informazioni sensibili stanziate nel computer, può registrare le comunicazioni di Skype, Firefox, Messenger ed altri programmi e catturare schermate dei software di navigazione.

Ancora, va in fondo al tuo PC modificando il Monitoraggio Attività, ed in tal modo si nasconde non apparendo tra le applicazioni attive.

Ancora non si sa chi ha creato Crisis e per quale motivo è stato diffuso.

Ciò che lo rende pericoloso è il fatto che il malware non si limita al dominio Apple, ma si spinge anche in Sistemi Operativi non prodotti da Casa Cupertino e perfino nelle macchine virtuali e in ambito mobile.

Takashi Katsuki, ricercatore Symantec, ha detto:

“Di solito i virus si fermano quando trovano un’applicazione virtuale, come ad esempio VMware, per evitare di essere analizzati – continua Katsuki – ma questo malware sfugge a questa regola e potrebbe rappresentare un salto in avanti per gli hacker”.

Che dire, risulta essere un prodotto pericoloso, e ti conviene utilizzare sempre più precauzioni quando utilizzi Internet, dal momento che non si conosce ancora la ragione per cui il malware è stato diffuso nella Rete!