Windows 8: Principali novità e funzioni

FratelloGeek ti parla delle principali novità e funzioni di Windows 8! Scopri tutti i dettagli leggendo con attenzione il resto dell’articolo!

Come ben sai, il sistema operativo Made in Gates di nuova generazione è disponibile in tre versioni: Windows 8, Windows 8 Pro e Windows 8 Enterprise.

L’ultima di queste edizioni integra la funzionalità per la produttività in remoto, come ad esempio Windows To Go, DirectAccess e BranchCache.

Oltre a tali release si aggiunge un altro membro alla famiglia Windows, dal nome Windows RT: si tratta della versione della piattaforma progettata per tablet basati su tecnologia ARM.

[ad]

Pensa che sono oltre mille i prodotti Windows tra notebook, desktop, all-in-one e tablet che hanno già raggiunto il mercato internazionale!

Non male vero?

Per descrivere il software Gates, Silvia Candiani, direttore Marketing and Operations ha dichiarato presso Microsoft Italia:

“Su tablet o PC, attraverso funzionalità per la semplice fruizione o per la creazione di contenuti, per il lavoro o l’intrattenimento, Windows 8 propone un’esperienza personalizzata che si adatta perfettamente alle proprie esigenze e al proprio stile”.

Ed è proprio vero: ci sono riquadri che si animano, cioè le Live Tile, e la schermata Start movimentata.

Infine, Windows 8 è stato sviluppato con l’obiettivo di velocizzare la condivisione dei contenuti.

“Non c’è bisogno di interrompere quello che stai facendo, copiare l’elemento che vuoi condividere, aprire un’altra applicazione e incollarlo. Basterà scorrere rapidamente da destra e toccare o fare clic sull’Accesso alla condivisione per inviare immediatamente l’elemento tramite e-mail o pubblicarlo su Facebook”.

Grande coraggio ci è voluto per eliminare il simbolo del sistema operativo Microsoft, ovvero il tasto “Start”.

Ma l’avvio super ottimizzato di Windows 8, oltre a tutte le innovazioni apportate (come la possibilità di mettere in pausa il trasferimento dei file da una periferica all’altra), sicuramente riusciranno a colmare le vecchie abitudini dell’utente.

Non è davvero un ottimo risultato?