Microsoft taglia 7800 posti di lavoro

Microsoft durante l’ultimo periodo sta passando un momento molto burrascoso. Il settore telefonia della famosissima società, che ormai si è affermata come gigante della tecnologia a livello mondiale, sta portando molti problemi sia alla Microsoft che alle persone che ci lavorano. Da molto tempo Microsoft viene considerata una delle società maggiormente disposta ad assumere nuovi dipendenti, tutto ciò nella speranza di poter migliorare i propri prodotti e garanti un ottima assistenza a tutti gli utenti che la richiedono.

Microsoft infatti, durante gli ultimi giorni, ha annunciato la volontà di voler ristrutturare la propria sezione Hardware che è legata all’interno del sistema della telefonia. A seguito di questo operazione di grande importanza, la società incomberà sfortunatamente in un’altissima svalutazione che porterà alla drastica soluzione di tagliare circa 7800 posti lavorativi e la perdita di 7,6 miliardi di dollari. Si tratta ovviamente di una cifra altissima, e la conseguenza di questa ingente perdita di denaro è proprio la liquidazione di numerosissimi sfortunati dipendenti che si sono trovati nella società giusta, ma nel momento sbagliato.

Microsoft infatti ha sempre garantito molti posti lavorativi e un buono stipendio a tutti i suoi dipendenti, molti la reputano ancora una ottima società anche in Italia per poter trovare un lavoro; purtroppo però, moltissimi dipendenti perderanno la loro fortuna lavorativa a causa di alcuni problemi di tipo amministrativo. Si spera almeno che dopo questa grave perdita di dipendenti e denaro, Microsoft abbia avuto la possibilità di rinnovare completamente la propria sezione hardware relativa alla telefonia in modo da poter sfornare device sempre migliori e  dalle caratteristiche prettamente innovative.

Microsoft taglia 7800 posti di lavoro
Ti piace FratelloGeek.com?