Abbassare la qualità del Flash per velocizzare la riproduzione

 

Oggi FratelloGeek ti dice come abbassare la qualità visiva degli elementi Flash per velocizzarne la riproduzione! Scopri come fare leggendo il resto dell’articolo!

Se sei solito avere contemporaneamente tante schede aperte oppure se utilizzi un PC abbastanza vecchiotto, potresti notare che le animazioni in Flash girano con difficoltà.

Non è colpa dei browser, ovviamente, ma delle risorse limitate che offre il PC e della pesantezza dei siti Web ricchi di elementi multimediali.

Come velocizzare tali animazioni?

FratelloGeek ti consiglia prima di tutto un aggiornamento di Adobe Flash Player all’ultima versione disponibile.

Se ciò non dovesse bastare, puoi configurare un abbassamento manuale o automatico della qualità visiva offerta dal plug-in Flash.

Come effettuare questa operazione?

[ad]

Basta premere il tasto destro su un qualsiasi elementoFlash e dal menu contestuale abbassare la qualità a media o bassa.

Tale impostazione non rimane fissa. Ogni volta che si apre un nuovo elemento Flash, bisogna reimpostare tale opzione.

Come fare per evitare questa noiosa operazione?

Su Firefox puoi utilizzare l’ estensione Low Quality Flash.

Essa infatti modifica il codice sorgente HTML ed impone di caricare gli elementi Flash con una bassa qualità.

Su Google Chrome esiste invece Flash Render Quality.

Grazie ad essa potrai modificare automaticamente la qualità di Flash ed impostare una visualizzazione a qualità bassa quando vengono riprodotti elementi multimediali.

La qualità va impostata su Chrome recandoti in “Generale”, “Strumenti”, “Estensioni”.

Da qui si può impostare la qualità Flash in alta, media o bassa.

Che ne pensi?

Ti saranno utili questi accorgimenti?