Conservare carica batterie

Conservare carica batterie

Dal momento che uno smartphone è nulla senza la sua batteria, ti interesserà conoscere al meglio questi strumenti preziosi, per il funzionamento del tuo cellulare intelligente!

Oggi FratelloGeek vuole sfatare tre bufale che spesso sono citate altresì da importanti riviste e siti Web di tecnologia!

Ecco alcune cose da sapere per prolungare e conservare la carica delle batterie:

– Non serve scaricare la batteria per prolungare la sua vita: si tratta di una verità vecchia, solo per le batterie dei portatili più antichi che erano fatte al nichel-cadmio (NiCd). Tali batterie NiCad soffrono del cosiddetto effetto memoria: infatti, ricaricare questi strumenti non esauriti provoca un abbassamento del totale di carica. Dal momento che oggi le batterie NiCad non si usano più perché sono state sostituite da batterie agli ioni di litio (Li-Ion), la suddetta procedura è inutile, anzi. Scaricare completamente la batteria, può rovinarla! Dato che quasi tutte le batterie Li-Ion operano tra i 3.3 ed i 4,2 volt, se si scende sotto o si va sopra questa gamma di valori, la batteria perde un po’ della sua capacità di carica;

– La temperatura determina la durata della batteria: avere il cellulare sotto al sole, alla temperatura di 40 gradi, sancirà la morte definitiva della batteria. Questo deriva dal fatto che i prodotti chimici al suo interno, si esauriscono con il calore;

– Non conservare una batteria scarica, o completamente carica, per lunghi periodo di tempo inutilizzata: La batteria al Litio perde potenza sia se rimane scarica completamente per troppo tempo, sia se è troppo carica. Pertanto, conviene sempre conservare una batteria carica tra il 40% ed il 70%.

Userai questi consigli importanti?

Facci sapere come ti sei trovato!

Conservare carica batterie
Ti piace FratelloGeek.com?