Dipendente Apple parla male del capo su Facebook e viene licenziato

Dopo aver parlato in maniera non molto carina del suo capo su Facebook, un dipendente di un Apple Store ha ottenuto il suo licenziamento. Scopri tutti i dettagli insieme a FratelloGeek.

Un tempo si sapeva tutto di tutti perchè le vecchiette parlavano tra loro e si “affacciavano” nella vita degli altri.

Ora il metodo è un pò cambiato. Per sapere i fatti altrui basta aprire Facebook!

Eh si, grazie alla celebre piattaforma sociale, è molto facile scoprire quello che fa, dice o pensa qualcuno.

Ma dove vuole arrivare FratelloGeek?

Devi sapere che Crisp, un impiegato presso l’Apple Store anglosassone White City, ha sperimentato sulla sua pelle cosa vuol dire scrivere tutto ma proprio tutto su Facebook.

[ad]

L’uomo infatti, dopo aver parlato in maniera non molto carina del suo capo, ha ottenuto il suo licenziamento.

Credi che mamma Apple sia stata troppo severa?

Allora sta a sentire quest’importante clausula che sta alla base dell’accordo contrattuale che i dipendenti firmano con l’azienda di Cupertino.

In base ad essa, i dipendenti si impegnano a non diffondere commenti sui prodotti venduti o sull’azienda.

Certi pensieri è meglio tenerli per sè e non spargerli ai quattro venti su Facebook.

Non credi?