Facebook: Probabile attacco di Anonymous il 5 novembre?

Il prossimo 5 novembre, la creatura di Mark Zuckerberg, Facebook potrebbe essere messa al tappeto dal gruppo Anonymous. Ma come mai il celebre Social Network è finito al centro del mirino? Scopri tutti i dettagli con FratelloGeek.

Sai a cosa si riferisce il termine “Anonymous”? Se la risposta non ti risulta proprio chiara, il tuo amico Geek ti fornisce una semplice spiegazione tratta da una popolare enciclopedia online:

“Si tratta di singoli utenti o di intere comunità online, spesso associate alla figura di hacker, che agiscono anonimamente in modo coordinato, solitamente con un obiettivo concordato”.

Indovina un pò chi si trova stavolta al centro del mirino degli Anonymous?

Niente poco di meno che la creatura di Mark Zuckerberg, Facebook!

[ad]

Probabilmente ti interesserà conoscere ulteriori dettagli in merito alla notizia.

E’ per questo che FratelloGeek ti invita a continuare a leggere l’articolo riportato.

Devi sapere che la crew di hacktivisti Anonymous ha deciso anche la data dell’ipotetico attacco.

Si parla infatti del 5 novembre.

Il progetto è stato chiamato “OpFacebook” e ha proprio come obiettivo quello di mettere al tappeto il Social Network in questione annientandolo.

L’annuncio di questa operazione è stato trapelato mediante un video su YouTube tuttavia, dal momento che nessun Anonymous confermato (ma nemmeno smentito) è difficile credere che non sia una bufala.

Ma esiste una motivazione valida per questo attacco?

In base a ciò che è stato spiegato nel filmato fatto girare sul celebre portale video, il team di hackers non accettano che Facebook “venda” i dati personali degli utenti iscritti, ai governi di tutto il mondo.

In merito alla vicenda, ZDNet afferma che alcuni componenti di Anonymous hanno affermato su Twitter che l’operazione denominata “OPFacebook” riguarda solo determinati componenti e non l’intero gruppo di hacker attivisti e che sarebbe solo un probabile fake.

ll gruppo di hacker Anonymous, attaccherà davvero Facebook?

Il dubbio rimane anche per FratelloGeek.

E tu cosa credi?