Ottimizzare SSD su Windows manualmente

Qualche giorno fa FratelloGeek ti parlò di SSD Fresh, un programmino che ti aiutava nel velocizzare automaticamente le SSD, cioè le installazioni di Windows basate su un disco a stato solido.

Oggi invece vuole offrire qualche consiglio manuale agli smanettoni.

Siete pronti?

Si parte!

File di paging: FratelloGeek ti consiglia di disabilitarlo. Vai in “Computer”, “Proprietà”, “Impostazioni di sistema avanzate”, “Prestazioni”, “Avanzate” e “Modifica”: qui selezionando l’SSD e clicca su “Nessun file di paging”, “Imposta”. Se non hai abbastanza memoria virtuale (e quindi il file di paging ti serve per forza), è meglio spostarlo su un disco differente;

– La sospensione e l’ibernazione sono in conflitto con i dischi a stato solido, per cui FratelloGeek ti consiglia di disabilitarle entrambe. Per disabilitare l’ibernazione basta aprire un prompt dei comandi (cliccando su “Esegui” e digitando “cmd”) e scrivere “powercfg /hibernate off”;

[ad]

– Il comando TRIM permette al Sistema Operativo di identificare i blocchi che non sono più utilizzati in un’unità a stato solido. Probabilmente il tuo Sistema lo ha abilitato automaticamente: in ogni caso, per controllare lo stato, apri nuovamente un prompt dei comanti e digita “fsutil behavior query disabledeletenotify”. Se esce uno zero, la funzione è attiva; se ottieni uno non lo è;

– La deframmentazione va fatta periodicamente, ma è una funzionalità di cui non abusarne, dato che aumenta i cicli di scrittura del dispositivo e quindi ne accorcia la vita. Dunque se hai attiva la pianificazione automatica del sistema, FratelloGeek ti consiglia di disabilitarla e de frammentare il disco solo quando necessario. Vai in Utilità di deframmentazione dischi cliccando su “Start”, “Tutti i Programmi”, “Accessori”, “Utilità di sistema” e clicca sul pulsante “Configura pianificazione”: rimuovi la spunta dalla voce “Esegui in base a una pianificazione”;

– Elimina i programmi che rodono il disco: vai “Gestione Attività” cliccando “Ctrl”, “Alt”, “Esc” e vai sulla scheda “Prestazioni”. Clicca sul pulsante “Monitoraggio risorse” e seleziona la scheda “Disco”. Guarda la sezione “Attività disco”, ordinando le voci per la colonna “Scrittura”. Cerca di capire quali sono i processi più dispendiosi e vedi se puoi eliminarli.

In questo breve articolo FratelloGeek ti ha dato cinque suggerimenti.

Ce ne sarebbero molti di più, ma questi sono i principali.

Ringrazialo, poiché questi consigli aumenteranno la vita del tuo disco!

Ottimizzare SSD su Windows manualmente
Ti piace FratelloGeek.com?