Entrate passive: cosa sono e come funzionano

Vorresti guadagnare sfruttando il potente strumento del web? Grazie alle entrate passive puoi far crescere il tuo capitale, che potrai reinvestire per avere altri guadagni.

Innanzitutto, chiariamo di che cosa stiamo parlando: le entrate passive sono semplicemente tutte quelle entrate di tipo economico che si ricevono con una certa frequenza e periodicità indipendentemente del proprio impegno diretto e senza che venga attuata un’azione quotidianamente.

Le entrate passive infatti possono derivare da diverse fonti, come per esempio dalla vendita di un libro, dalla pubblicità sul proprio website, dalla monetizzazione tramite canale youtube, dall’affiliate marketing etc.

Come avere delle entrate passive: 4 strade percorribili

Concretamente avere delle entrate passive significa generare ulteriori guadagni da poter reinvestire in altre rendite e controllare la propria fonte di reddito automatico stabilendone i criteri di gestione. Non solo, con le entrate passive non è neppure necessario un impegno full-time, che comporterebbe un grande dispendio energetico. Ma quali strade percorrere per ottenere un buon introito ma con il minimo sforzo? Ci sono almeno 4 possibilità su cui puntare:

  1. Aprire un canale youtube e monetizzare tramite i propri video. Ci vuole impegno e costanza, ma una volta che il canale sarà cresciuto ed avrai un buon seguito (almeno 1000 iscritti), guadagnerai per i contenuti pubblicati;
  2. Guadagnare con il diritto di autore per la vendita di immagini o fotografie, di un libro o del testo di una canzone. Una buona idea, per esempio, potrebbe essere infatti rivendere delle immagini scattate con macchine fotografiche professionali e dunque di maggiore qualità;
  3. Creare dei videocorsi-tutorial e poi promuoverli attraverso i tuoi canali social per avere più visibilità;
  4. Scegliere il processo di affiliate marketing, una strategia che sta prendendo sempre più piede in quanto offre all’affiliato la possibilità di poter promuovere e vendere i prodotti dell’affiliante solo utilizzando il proprio sito web o blog inserendoci i link di reindirizzamento ai prodotti stessi. Per ogni vendita conclusa l’affiliato riceve la sua percentuale di ricompensa

2 regole per guadagnare con le entrate passive

In conclusione, se vuoi guadagnare con le entrate passive devi solo rispettare 2 regole base:

  • Innanzitutto individuare la giusta entrata passiva che potrebbe essere più in linea con le tue capacità: hai un talento fotografico? Sei abile nel marketing? Preferisci insegnare? Il web ti offre tanti modi per metterti in gioco;
  • Di conseguenza il campo si restringerà e si potrà scoprire quali siano le entrate passive “ideali” per la propria personalità.

Se un’idea non dovesse essere vincente, in fondo, si è sempre in tempo per cambiare e scegliere altro. L’importante è vagliare sempre attentamente ogni opzione per selezionare la migliore.

Una volta individuata la propria strada, sarà tutto più semplice e le entrate passive potrebbero persino diventare automatiche, giacché si ripeterebbero in modo automatico senza alcun tipo di intervento. Basti pensare alla vendita di splendide fotografie: pubblicato l’annuncio si verrà contattati ogni volta che qualcuno avrà bisogno di un determinato tipo di immagini!