Google Drive e la politica della privacy

FratelloGeek analizza con te la politica di privacy applicata dal famoso servizio di cloud storage Google Drive. Quali sono le ripercussioni per noi?

Finalmente Google Drive è arrivato fra noi!

Alcuni utenti, però, sono preoccupati di come sarà gestita la privacy dei contenuti uploadati.

Analizzando il documento della politica di privacy di Google, possiamo scoprirne un pò di più.

Ecco quindi di seguito i punti principali!

I file caricati su Google Drive sono un esclusiva proprietà dell’utente; in qualsiasi modo e tempo può usufruirne, condividerli o eliminarli dal servizio.

[ad]

In ogni momento e per qualsiasi fine, Google può comunque consultare, modificare, riprodurre e pubblicare i file immagazzinati sui suoi server; in alcuni casi utilizzando società di terzi.

Comunque sia non allarmarti, anche Dropbox, iCloud e SkyDrive utilizzano la stessa politica sopra citata.

Pur essendo protetti da ottimi sistemi di sicurezza, i file ospitati su Google Drive non possono ritenersi estremamente salvi da eventuali attacchi informatici.

Non esiste perciò alcuna garanzia né responsabilità di fronte a questi attacchi, ma c’è la sicurezza targata Google!

Google potrà proporre campagne pubblicitarie mirate in base ai gusti personali del’utente.

Si ripropone perciò il principio, i file appartengono all’utente ma BigG può consultarli a suo piacimento.

Che ne pensi di questa politica?

È troppo invasiva della nostra privacy?