honor 20 pro

Honor 20 Pro, il top di gamma che conquista a metà

Tutto pronto per il lancio di Honor 20 Pro che dovrebbe fare il suo debutto alla fine di luglio. Si tratta di un top di gamma che ha nell’autonomia e nelle prestazioni i suoi principali punti di forza, anche se non manca qualche pecca. Innanzitutto lo smartphone cinese paga lo scotto di una commercializzazione decisamente tardiva rispetto agli altri top di gamma. Pur offrendo eccellenti performance Honor 20 Pro mostra alcune carenze nella struttura, come ad esempio l’utilizzo di uno schermo IPS LCD che risulta inferiore ai più moderni pannelli OLED oppure AMOLED.

Il prezzo di 599 euro, tenendo conto il rapporto qualità/prezzo, è tutto sommato giusto ma esistono modelli della stessa fascia che costano di meno ed offrono dettagli tecnici anche migliori. Nel complesso Honor 20 Pro è la scelta ideale per chi ha bisogno di un telefonino affidabile e capace di assicurare una lunga autonomia.

Caratteristiche tecniche e design di Honor 20 Pro

Honor 20 Pro offre 8 GB di RAM e 256 GB di memoria interna e monta un Kirin 980 ed un processore octa-core in accoppiata con una GPU Mali-G76. Il pannello è da 6,26 pollici con una risoluzione di 1.080 x 2.340 pixel ed un rapporto di forma pari a 19.5:19, mentre lo schermo è realizzato con la tecnologia IPS LCD. Non è presente alcun notch che è stato sostituito da un foro sul display dove alloggiare la fotocamera frontale.

Il comparto audio è soddisfacente ma non entusiasmante in quanto è caratterizzato da un unico altoparlante posizionato nella parte bassa dello smartphone che offre una qualità del suono ed un volume nella media. Da segnalare la mancanza di un jack audio da 3,5 mm, in compenso sono presenti la porta USB Type-C ed il supporto dual-SIM.

La scocca è realizzata in vetro col frame laterale in metallo, mentre le colorazioni disponibili sono Purple, Phantom Blue e Phantom Black. Honor 20 Pro risulta piuttosto ergonomico e facile da prendere ma sulle superfici lisce potrebbe risultare instabile a causa della sporgenza della fotocamera. Le dimensioni del dispositivo sono pari a 154.6 x 74 x 8.4 mm ed il peso equivale a 182 grammi. Buono il riconoscimento del volto che però è affidato esclusivamente al sensore fotografico e quindi potrebbe andare in sofferenza in caso di luce scarsa.

>>LEGGI ANCHE: Novità whatsapp 2019: le nuove funzioni che miglioreranno la gestione del servizio<<

Prestazioni e autonomia al top

L’hardware risulta estremamente potenziato ed infatti lo smartphone garantisce prestazioni fluide, veloci e scattanti. La dissipazione del calore evita il rischio di surriscaldamento anche dopo un utilizzo intenso e prolungato.

La batteria da 4000 mAh assicura una lunga autonomia che può superare tranquillamente le 24 ore se lo smartphone viene usato moderatamente. Inoltre è disponibile il supporto alla ricarica rapida a 22.5W capace di caricare il dispositivo in appena 30 minuti fino al 50%.

Il comparto fotografico

Il comparto fotografico è caratterizzato da 4 sensori: il sensore principale da 48 MP, il secondo sensore da 8 MP, il terzo sensore da 16 MP ed un quarto sensore da 2 MP. Di giorno i colori delle foto risultano nitidi e naturali ed anche di notte la qualità degli scatti è ottima. La fotocamera frontale assicura selfie eccellenti con un’ottima saturazione dei colori ed i video possono essere girati con una risoluzione fino a 4K a 30 fps.

Honor 20 Pro, il top di gamma che conquista a metà
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento