huawei e google

Huawei e Google si dicono addio: l’azienda cinese prepara un sistema operativo proprietario

Huawei e Google si sono ormai detti addio dopo che Trump ha “bannato” l’azienda cinese dal mercato statunitense avviando una sorta di guerra fredda tra USA e Cina. A quanto pare però Huawei non si è fatta trovare impreparata poiché questa mossa del “tycoon” newyorkese era già nell’aria, quindi è già in fase di progettazione un sistema operativo proprietario alternativo ad Android. La stessa Huawei inoltre aveva acquistato un gran quantitativo di processori e microchip prodotti dalle società statunitensi, Intel in primis, per anticipare la messa al bando di Trump.

Huawei e Google: quando sarà pronto il nuovo sistema operativo dell’azienda cinese?

A quanto pare Huawei sta lavorando ad un sistema operativo proprietario addirittura dal 2012, ma era destinato almeno inizialmente solo al mercato interno. La brusca rottura di Trump con il colosso cinese ha costretto Huawei a cambiare i suoi piani e a velocizzare il progetto chiamato “Hongmeng”. Affinché il nuovo OS abbia successo è opportuno che l’offerta delle app rivolta agli utenti sia ampia e variegata. Se le principali applicazioni come Instagram, Facebook, Whatsapp ed altri importanti social non dovessero essere presenti il nuovo sistema operativo di Huawei sarebbe destinato a fallire.

Il binomio Huawei e Google almeno per ora è ancora presente sui dispositivi lanciati prima del bando di Trump, ma c’è grande incertezza sul futuro. In ballo c’è probabilmente la sopravvivenza della stessa Huawei che, secondo indiscrezioni di mercato, potrebbe lanciare il nuovo OS addirittura alla fine del 2019. In realtà sembra una previsione molto ottimistica, mentre secondo indiscrezioni più realistiche il nuovo OS potrebbe vedere la luce non prima della primavera del 2020.

>>LEGGI ANCHE: Esports, successo senza fine. Ed arrivano anche su mobile<<

Come sarà strutturato il nuovo sistema operativo di Huawei?

Voci di corridoio sussurrano che il nuovo sistema operativo di Huawei non riguarderebbe solo gli smartphone, ma secondo un progetto di più ampio respiro dovrebbe coinvolgere anche altri dispositivi come tablet, computer, televisori e device per la smart home. In tal senso sarebbe una sorta di “beffaper gli Stati Uniti poiché il sistema operativo di Huawei ricalcherebbe per grandi linee la struttura e la funzionalità di Apple.

Il CEO Huawei nel corso di alcune conversazioni private avrebbe predetto il lancio del nuovo OS entro l’autunno o l’inverno del 2019, ma come detto precedentemente sembra una data troppo ravvicinata. Per poter effettivamente lanciare il progetto in un tempo così ristretto l’azienda cinese dovrebbe effettuare investimenti economici davvero molto importanti, magari chiedendo il supporto delle software house.

Come funzionerà il nuovo sistema operativo Huawei?

Il nuovo OS di Huawei sarebbe in grado di far funzionare nativamente le app Android come se fossero delle web app. Le novità però non finirebbero qui a quanto pare poiché il sistema sarebbe strutturato sul codice open source di Android con piccole ma importanti aggiunte ad opera degli sviluppatori Huawei.

Se dovesse essere confermata questa notizia il sistema operativo sarebbe capace di aprire le app molto più velocemente rispetto ad Android con un miglioramento delle prestazioni pari addirittura al 60%.

Il condizionale è comunque d’obbligo poiché per il momento siamo nel campo delle ipotesi che devono trovare conferma. La cosa sicura è che Huawei sta lavorando ad un sistema operativo proprietario, ma bisogna attendere qualche mese per sapere quando sarà effettivamente disponibile sul mercato.

Huawei e Google si dicono addio: l’azienda cinese prepara un sistema operativo proprietario
Ti piace FratelloGeek.com?




Lascia un commento