Motorola Snapdragon 410

Motorola, un benchmark svela un nuovo smartphone con Snapdragon 410

Il sempre affidabile database di GeekBenck ha svelato la presenza di un nuovo progetto di casa Motorola che, dopo aver rilasciato le versioni 2014 di Moto G e Moto X, il nuovo Nexus 6 ed il Motorola Droid Turbo, si appresta  a presentare un nuovo interessante device.

Lo smartphone in questione andrebbe ad occupare la fascia media del mercato ed andrebbe a rappresentare una sorta di evoluzione dell’attuale generazione del Motorola Moto G che presto dovrebbe arrivare sul mercato anche in versione LTE.

Il device apparso nei benchmark si caratterizza per la presenza del nuovo SoC Qualcomm Snapdragon 410 a 64 bit con CPU Quad-Core con clock da 1.2 GHz. Per ora non vi sono altre informazioni precise in merito al nuovo progetto Motorola che dovrebbe poter contare anche su di 1 GB di memoria RAM e sulla presenza del sistema operativo Android 4.4.4 KitKat con update praticamente certo ad Android 5.0 Lollipop.

Per il momento, è bene sottolineare, siamo solo nel campo delle ipotesi. Motorola, come detto in precedenza, presenterà a breve il nuovo Motorola Moto G 2014 LTE che dovrebbe presentare le stesse specifiche del Moto G 2014 e quindi montare un SoC Snapdragon 400 a 32 bit.

Il nuovo device in questione potrebbe quindi essere un progetto completamente nuovo nonostante le specifiche tecniche molto simili rispetto agli smartphone già presenti sul mercato. Per ora, purtroppo, non vi sono altre informazioni da poter illustrare.

Il nuovo smartphone di casa Motorola dovrebbe essere svelato, con ogni probabilità, ad inizio del prossimo anno, magari al CES 2015, con l’obiettivo di arrivare sul mercato internazionale già nel primo trimestre del 2015. Per ora non ci resta che attendere il rilascio di maggiori informazioni sul nuovo progetto di casa Motorola che, anche il prossimo anno, continuerà ad essere una delle principali protagoniste del mercato mobile internazionale. Maggiori dettagli arriveranno senza dubbio nel corso delle prossime settimane.

Fonte