Qual è la caratteristica migliore del nuovo iPad? La batteria!

FratelloGeek ti parla della novità più interessante che potrai trovare sul nuovo iPad 3. Scopri qual è leggendo il resto dell’articolo!

Secondo te, qual è la migliore caratteristica tecnica del nuovo iPad 3?

La tecnologia Retina Display?

La connettività LTE/4G?

Niente di tutto questo!

E se ti dicessimo che la novità non puoi toccarla quando prendi in mano l’iPad?

Senza ulteriori indugi, la novità più importante è la batteria.

Almeno, secondo le parole di Adrian Kingsley-Hughes su ZDNet.

[ad]

Nonostante il nuovo schermo con tecnologia Retina Display, il quale supporterà una risoluzione molto ampia (2048×1536 pixel a 264 ppi) e la presenza di 3,1 milioni di pixel in soli 9,7 pollici (una risoluzione doppia rispetto all’iPad 2 e con il quadruplo dei pixel) c’è qualcosa di nuovo che la supera.

Infatti, la Apple ha assicurato che la batteria avrà sempre la stessa autonomia!

Capirai l’enorme portata della batteria, se pensi che dovrà supportare la tecnologia sopra descritta (che sicuramente richiederà tanta energia) e il chipset per la rete 4G/LTE.

Oltre a questo, aggiungi pure il quadruplo di pixel ed il supporto delle ultime tecnologie per avere le ultime reti mobili a disposizione.

Quindi, capiamo che il lavoro svolto dagli ingegneri di Cupertino è stato davvero molto buono!

Parlando più nello specifico, la batteria è in polimeri di litio da 42,5 watt per ora.

Per l’iPad 2, Apple aveva usato una batteria (anch’essa in polimeri di litio) di 25 watt per ora.

Quasi il doppio, dunque.

Se vogliamo parlare in termini di mAh (milliampere), Apple ha aumentato la capacità della batteria dai 6944 mAh ai 11666 mAh.

Inoltre, la batteria è stata costruita da un processo produttivo a 28nm (nanometri), mentre quella dell’iPad 2 era stata realizzata con 40nm (questo ha senz’altro contribuito a diminuire le risorse impiegate).

Quello che è degno di nota, è che la Apple avrebbe potuto ottenere questo risultato inserendo una batteria fisicamente più grande, anche se questo avrebbe compromesso in qualche modo il bilanciamento dell’iDevice ed aumentando ulteriormente lo spessore del suo nuovo iPad.

Apple, invece, ha ottenuto tutto questo intervenendo direttamente sul processo produttivo (come accennato sopra) ed agendo sulla densità di potenza delle celle.

Cosa ne pensi del lavoro fatto da Apple?

Pensi sia stato buono o poteva fare qualcosa di più?